Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!

Parlamento in Movimento #2

18 Marzo 2014

Siete tutti invitati sabato prossimo 22 alle 17,30, al centro 7 sois 7 luas, in viale R. Piaggio, per una serata sui tema lavoro con cittadini portavoce in parlamento commissione lavoro pubblico e privato  Marco Baldassarre e Walter Rizzetto .
La necessita’ di questo incontro nasce da quello che ormai è sotto gli occhi di tutti da anni e cioe’  che la Piaggio un po’ alla volta se ne sta andando e con essa Pontedera non solo perde un pezzo di storia ma rischia di chiudere anche le ultime saracinesche.
Quello che vorremmo far capire a tutti e’ il fatto che un piano di riconversione industriale per la Piaggio e’ possibile, oltre che necessario, e che del resto non sarebbe nemmeno la prima volta: dal 1884 la Piaggio è passata  dall’arredamento navale alle produzioni metalmeccaniche e ferroviarie, alle teleferiche, funicolari, rimorchi, tramways, autocarri, filobus, aerei per poi arrivare alla Vespa.
E’ probabile che in occidente lo scooter come prodotto sia arrivato al capolinea, ma questo non significa che la Piaggio debba per forza chiudere o delocalizzare: ragionare in questo modo significa avere un’orizzonte temporale non superiore ai prossimi due anni, che e’ quello che ha contraddistinto l’amministrazione Colaninno con il supporto del PD. Se veramente la Piaggio fosse guidata da imprenditori degni di questo nome un incontro come quello di sabato prossimo avrebbero dovuto organizzarlo loro molti anni fa.
Noi dobbiamo creare un gruppo di persone che sappiano ancora sognare, vogliamo creare un tavolo tecnico permanente che pianifichi una ristrutturazione a lungo termine di Piaggio, e vogliamo creare un gruppo  di studio che si occupi della tutela dei posti di lavoro a breve termine e della riqualificazione dei lavoratori.
Nel 1980 alla Piaggio di Pontedera lavoravano 12mila persone ogni famiglia di Pontedera aveva qualcuno che lavorava alla Piaggio o nell’immenso Indotto,oggi completamente sparito. Lavorare in Piaggio o per la Piaggio, voleva dire avere le porte delle banche spalancate.
Oggi, dopo 30 anni di delocalizzazione selvaggia, politiche industriali basate sugli aiuti statali e speculazioni, la” forza lavoro” della Piaggio e’ di circa 3000 dipendenti dei quali 1000 impiegati e il centro di Pontedera sta morendo. Quindi non ci possiamo piu’ permettere di dire “io non lo sapevo” oppure “non e’ compito mio” oppure “io non mi sento all’altezza”.
chiunque puo’ fare meglio di Colaninno e del PD, se ha buon senso ed e’ libero. Le competenze specifiche ve le farete studiando: ad esempio potete imparare moltissimo dalla lunga storia della Piaggio e delle altre grandi aziende manifatturiere italiane. Non avete piu’ scuse: continuare a delegare e’ una strada “comoda”, che avete gia’ fatto e sapete benissimo dove vi ha portato. Provate a farne una nuova.

Share

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *