Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!

LA FELICITA’ E’ UNA CASA CON DENTRO LE PERSONE CHE AMI

31 Marzo 2019

Dal 29 al 31 marzo si svolgerà a Verona il Congresso Mondiale delle Famiglie; tra i relatori molte note personalità leghiste, deputati di Forza Italia, Giorgia Meloni. Tra gli ospiti internazionali il Patriarca Smirnov il quale ha elevato l’umanità e ci ha reso edotti distribuendo pillole di saggezza…testualmente: “l’omosessualità è satanismo”, “la fecondazione assistita interferisce col giudizio divino di immaturità della donna”, “un ateo coerente dovrebbe suicidarsi”; proseguiamo col Presidente moldavo Dodon che non ha mai fatto mistero delle sue posizioni omofobe in dolce compagnia della ministra ugandese Akello, prima firmataria di una proposta di legge che avrebbe previsto la pena di morte in caso di “omosessualità aggravata”. Simili oscenità sono solo alcune, la lista è interminabile: il tenore è sempre lo stesso, ci appare inutile proseguire. Crediamo sicuramente più utile fare una riflessione sulla famiglia, sulla sua evoluzione e collocazione nel nostro contesto storico e sociale. A partire dagli anni 50 del secolo scorso il concetto di famiglia si è evoluto, è cambiato, si è adattato fino a far nascere nuovi modelli di famiglia. In mezzo secolo si è passati dalla famiglia patriarcale a quella nucleare; lentamente e con grandi sforzi di adattamento, siamo approdati ad un modello in continuo cambiamento: famiglie composte da due mamme o due papa’ per esempio: in Italia sono oltre 100.000 i bambini nati all’interno di una famiglia omogenitoriale; esistono famiglie costituite da madri o padri single (famiglie monogenitoriali) ma anche famiglie divise dai divorzi (purtroppo spesso conflittuali) che divengono per i bambini due microcosmi scissi e paralleli nei quali condurre due vite diverse. Sembra pertanto che il concetto di famiglia non si riferisca più solo a quell’istituzione naturale che la vedeva esclusivamente costituita da un uomo, una donna e dai loro figli. Occorre piuttosto considerarla come una costruzione sociale che si trasforma in base alle dinamiche delle persone, ai mutamenti economici e giuridici, allo stile di vita e alla società nella quale viviamo. Oggi assistiamo a svariati modelli di famiglia ma quello a cui dovrebbe tendere la nostra società è un ambiente sereno nel quale aiutare a crescere i propri figli. Indipendentemente da come questi nuclei familiari siano nati, la consapevolezza che dovrebbe accomunare tutti è che una famiglia nasce dall’amore, dalla responsabilità e dal rispetto, non solo e non esclusivamente dai legami biologici. La società è chiamata ad allargare il concetto di famiglia e ad intervenire, nel nostro specifico ambito locale, con politiche a sostegno di tutte le famiglie che esprimano necessità sociali ed economiche. Siamo disgustati rispetto al fatto che numerosi esponenti politici aderiscano a simili eventi, in compagnia di personaggi di una bassezza infinita, trogloditi fuori dal tempo e disseminatori di odio. Apprendiamo dai social che anche la destra Pontederese fa il conto alla rovescia, attendendo con nostalgico fervore un congresso volto a criminalizzare il divorzio, l’omosessualità, la fecondazione assistita; avendo all’interno della coalizione Casa Pound e Forza Nuova, probabilmente Verona è quasi futuristica, perfino trasgressiva ma almeno non è contro natura! Strada facendo, ripassate un po’…… “uomini scapoli, trovatevi giovani donne, meglio se vergini, buone per la riproduzione si intende…tenete sempre presente la sacralità di ogni vostro singolo spermatozoo, che non ne vada persa una goccia”. Non perdetevi cari Fratelli d’Italia amici della patria sulla via di Damasco raggiungendo Verona: mantenete la barra dritta e ricordate che brutta fine hanno fatto fare al Presidente del Consiglio (sì quello del family day che faceva le orge con le minorenni….) e al povero Candidato Sindaco Brini solo per aver detto quello che tutti voi pensate…!!! Ci vuole rigore, una bella maschera e tanta discrezione… Ah…quasi dimenticavo: una mano dietro…perchè Pontedera non è SiCura!

Share

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *