Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!

Andrea Paolucci

18 aprile 2014

Andrea Paolucci


Mi chiamo Andrea Paolucci, ho 49 anni e un figlio di 18.
Dopo aver conseguito il diploma in ragioneria ho quasi subito iniziato a lavorare presso una piccola ditta artigiana occupandomi di contabilità, gestione dei clienti e dei fornitori, rapporti con le banche.
Fin da ragazzo ho sperimentato diverse attività sportive, arrivando poi a praticare con costanza il karate e l’aikido; la passione per queste arti marziali e la consapevolezza della loro importanza a livello formativo mi hanno fatto in seguito decidere di diventare istruttore.
Non ho fatto politica attiva fino a quando mi sono avvicinato al movimento perché finalmente qualcuno parlava di impegno diretto senza intermediari sui temi che mi stavano più a cuore (tutela della salute e dell’ambiente, crescita economica alternativa, moralizzazione della politica, ecc.).
Per questo motivo nel 2009 ho preso l’iniziativa, con altre due persone, di mettere in piedi il primo meet-up del movimento: il Pontedera/Valdera; da questo gruppo iniziale sono in seguito nati tutti i gruppi locali attualmente presenti sul territorio della Valdera.
Nel 2014, il coronamento del nostro impegno, con la presentazione della Lista del Movimento 5 Stelle Pontedera alle elezioni amministrative, per la quale mi sento onorato di essere il candidato portavoce Sindaco.

Dichiarazione di intenti:

In caso di elezione a Sindaco del Comune di Pontedera le mie intenzioni sono semplici: riavvicinare la “cosa pubblica” al cittadino, coinvolgendolo nelle decisioni invece di renderlo partecipe solo a cose decise e fatte; fare in modo che tutti siano in grado di capire rendendo più trasparente la “gestione “ del Comune.
Sono assolutamente convinto che i cambiamenti debbano iniziare dal piccolo per poter poi diventare grandi cambiamenti in tutti gli ambiti: economici, sociali, culturali.
Non ho favori da restituire e non ne ho chiesti; sono, rimango e tornerò ad essere un cittadino.
Sicuramente non ho alcuna intenzione di continuare sulle orme della “politica” alla quale siamo stati abituati finora. Per questo motivo ho firmato un documento dove mi impegno a non svolgere più di due mandati elettivi di qualunque livello e poi, comunque vada, a tornare al mio lavoro.
Share

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *