Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!

IL CIELO HA SEMPRE PIU’ STELLE!!!

7 marzo 2018

7879 grazie! 7879 volontà, cuori e persone che non hanno espresso un voto di protesta ma di speranza. L’empasse che il nostro paese sta vivendo ancora a tre giorni dal voto mentre nessuno sa se, chi e come riuscirà a governare è soltanto l’ultimo esempio di una classe politica distante, corrotta e autoreferenziale che ha messo la ciliegina sulla torta collezionando l’ennesima scandalosa legge elettorale.
Il Rosatellum, scientemente architettato e messo a punto per rendere il grande inciucio l’unica via percorribile e preservarsi il posto attraverso il ripescaggio di (tristemente) celebri trombati: Minniti, osannato come la punta di diamante del governo uscente, Boldrini, Sgarbi, Biancofiore…solo per citarne alcuni sarebbero stati soltanto un lontano ricordo: di fatto la gente non li ha scelti, non li vuole ma dovrà pagarli.

Elezioni, "ripescati" molti non eletti

Il popolo vi ha punito: non il tanto vituperato populismo, il popolo sovrano vi ha cacciato. Il Movimento 5 Stelle è di gran lunga la prima forza politica di questo paese, in tutto il paese e soprattutto in quel meridione che solo pochi anni fa la Lega snobbava, offendeva e spavaldamente oltraggiava, salvo poi dare il placet al burattino Matteo di casa Padania affinché andasse a fare incetta di voti in quelle lande che avevano riscoperto essere Italia, imprescindibili per assicurarsi un posto al sole.
Nel 2013 Salvini inveiva contro il PD, chiedendosi come si sarebbero giustificati per essere al governo con un condannato (Berlusconi): eccoli ancora una volta insieme, sembra fantapolitica, purtroppo non lo è ed hanno dovuto raccattare cani e porci (numerosi gli appelli lanciati dal leghista Ziello su FB perfino il giorno stesso del voto agli elettori da lui stesso definiti estremisti di destra, affinché convergessero sul centro destra) pur di sventare l’ipotesi di un governo 5 stelle che scoperchiando il vaso di Pandora li consegnerebbe alla storia come disgustosi reperti. Consentitemi di non commentare il risultato del PD: un pleonasmo, di pessimo gusto sparare sulla Croce Rossa, somiglierebbe tanto al vilipendio di cadavere!

Salvini, Berlusconi condannato a 4 anni
Nella nostra Pontedera siamo sopra il 25% distanziati dal PD di soli tre punti, un gap che sarebbe ancor minore tenendo conto solo del voto alla Camera e questo è un ulteriore motivo di soddisfazione…piccoli grillini crescono! Siamo ad un soffio dell’Interrompere un’egemonia durata oltre 70 anni colpevole a nostro avviso di essere stata sorda e cieca di fronte alle istanze dei cittadini minimizzando le loro paure e le reali preoccupazioni ed agevolando in questo modo una deriva di taluni verso una sponda estrema che si riempie la bocca di slogan facendo promesse irrealizzabili.
Una sponda a tal punto nostalgica dal voler consentire la propaganda fascista, sessista e omofoba sul nostro territorio (…e pensare che il PD ha fatto talmente male che qualche compagno ha votato loro) spedendo dritto a Montecitorio l’imberbe Ziello la cui autorevolezza massima ha espresso nel far la voce grossa agli ambulanti nei parcheggi (che naturalmente si sono ripresentati due minuti più tardi), quasi immemore che la più grande sanatoria all’immigrazione clandestina è stata la Bossi-Fini).
Mettere in fila le malefatte e le incoerenze dei governi che si sono succeduti nella seconda repubblica è fin troppo facile: di obbrobri ce ne sono a bizzeffe.
Nel nostro comune il PD conferma il trend negativo di una sinistra divisa al suo interno e allo sbando: a Pontedera hanno perso oltre il 12% dei consensi e tallonati, sentono il fiato sul collo; in comuni storicamente rossi come Bientina, Ponsacco, Vicopisano siamo il primo partito.
Comprendiamo che la pseudosinistra Pontederese stia vivendo una tragedia immane e dev’essere stata questa trance emotiva, questo stato confusionale di shock a far scaturire le parole del consigliere Della Bella il quale alla fine si dice soddisfatto della tenuta del suo partito. Ebbene, condividendo lo stesso entusiasmo auguriamo a Della Bella 10, 100 anzi 1000 di queste gioie, forti che ne basterà una sola tra poco più di un anno per sbarazzarcene definitivamente.
Adesso è giusto assaporare il gusto della vittoria, non tradire la speranza, dare voce e giustizia al popolo, ringraziare per la fiducia e darci dentro più di prima per dare un’altra spallata alle amministrative del 2019. E adesso, ancora per qualche giorno, lasciateci godere.

Luigi DI Maio e il m5s in festa per i risultati delle elezioni del 4 marzo

Fabiola Toncelli

Andrea Paolucci

Movimento 5 Stelle Pontedera

Share

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *