Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
ANDIAMO A GOVERNARE!!
Stato e cittadini / 5 Marzo 2019

Ci sarebbe da ridere ma poiché a pronunciare le infelici parole è stato il camerata candidato sindaco del centro destra, è doveroso insorgere. L’uscita di Pino Brini è stata sconvolgente e l’imbarazzo è emerso palpabile anche sui volti di alcuni astanti. Certamente non su tutti: immaginiamo che per gli esponenti di Casa Pound e Forza Nova le frasi dell’avvocato siano apparse musica, peccato anzi che non abbia continuato la sinfonia a suon di lesbiche, froci, ronde, manganelli, terroni e neri.  Apprendiamo dell’imbarazzo di alcuni esponenti del centro destra i quali amano definirsi liberali, che oltre ad essere stati costretti a dover ingoiare il boccone amaro di un candidato indesiderato e calato dall’alto, realizzano oggi quanto sia sconveniente una tale personalità posta al vertice di una così variegata coalizione mentre il giorno stesso della presentazione il deputato Ziello si è sentito in dovere di chiedere scusa e Pontedera Sicura lo ha prontamente smentito un secondo dopo con un fiero: “nessuno scivolone”. Rimandiamo al mittente le scuse di Brini in quanto una simile sortita non è un  refuso né un lapsus ma l’inequivocabile esternazione di una determinata cultura dalla quale teniamo a rimarcare la nostra siderale distanza. Fabiola Toncelli Andrea Paolucci M5S…

Share

PER UN PUGNO DI VOTI!!
Stato e cittadini / 15 Febbraio 2019

PER UN PUGNO DI VOTI. La politica raggiunge la sua espressione più bassa quando inganna i cittadini. Veicolare informazioni mendaci è sempre sbagliato ma farlo scientemente, sfruttando evidenti situazioni di disagio e cavalcandole con dolo è un atto indegno assolutamente ingiustificabile. Oltre a stigmatizzare l’amoralità e l’assenza di scrupolo nello strumentalizzare vicende umane dolorose per una manciata di voti, ci domandiamo quanto possa essere competente e capace di condurre una seria opposizione questa destra locale dal momento che, pur avendo l’imbarazzo della scelta per attaccare una maggioranza che ha compiuto errori marchiani in ogni ambito, è costretta a ricorrere alla menzogna. Alterare o manomettere la verità in modo machiavellico è un metodo abusato da una politica vecchia che non ci appartiene e come cittadini onesti dobbiamo impegnarci ad archiviare definitivamente perché non la meritiamo. Al netto di queste considerazioni la politica ha l’obbligo di interrogarsi e fare mea culpa, solenne mea grandissima culpa, dal momento che ci sono famiglie con bambini sul nostro territorio che vivono in condizioni insalubri, disumane e degradanti come il video (almeno questo) ben dimostra. Non possiamo arrenderci né tollerare un’amministrazione indifferente e indolente di fronte alla disperata richiesta di aiuto che proviene dai cittadini, abitino…

Share

DIPENDENZE
Stato e cittadini / 9 Gennaio 2019

   Abbiamo  letto  sulla  cronaca  locale  di  oggi  del  caso  di  una 13enne   consumatrice  di  droghe  in carico  al  Sert  per  curare  la  tossicodipendenza che  avrebbe  avuto  inizio  all’età di  9 anni  e  questa  notizia    OLTRE  CHE  SUSCITARE  UN CERTO  SGOMENTO ha    confermato   le  nostre  preoccupazioni,  espresse  solo  qualche  giorno  fa. Ricordiamo  infatti che  pubblicammo  un nostro  articolo  quando, in occasione  della  drammatica  morte  di  un giovane  uomo  per  overdose , come  movimento  5stelle  di  Pontedera  si  scrisse  che  avevamo  tutti  il dovere di interrogarci sulla gravità  del fenomeno dell’uso  di  droghe , legali  e  illegali, nel nostro territorio e chiedere a chi amministra  la  nostra  città quanto  sia  presente  fra  i nostri  giovani  e  i nostri  cittadini  il problema  dell’uso   di  sostanze  chiedendo    di  aprire  una  discussione  pubblica  sul problema  .    Naturalmente  nessuna  risposta  ma  oggi  ancora  di  più abbiamo  il  dovere di  rinnovare  la  nostra  proposta  e   di  capire  se    si fa abbastanza per prevenire  la  diffusione  di  droghe  fra  i  giovani ,  se  si  fa  abbastanza   per combattere  questo  fenomeno sul versante  del contrasto  allo  spaccio, se  si  fa  abbastanza   dal punto di vista delle attività  dei servizi a  ciò deputati  che di questo problema si…

Share

RELAX… MATTEO!!!
Stato e cittadini / 8 Gennaio 2019

Come cantavano i Frankie Goes To Hollywood….Relax. Anche rispondere troppo affrettatamente non è buona cosa. Il M5S non ha affatto messo in discussione le lotte storiche del CDX verso l’Unione Valdera nè, tanto meno, ha affermato che sia a favore della stessa; ci siamo soltanto chiesti come mai ci sia stata una così ampia condivisione su un tema importante senza sapere niente o poco più della proposta.  Come M5S ci siamo chiesti cosa c’era di tanto diverso tra quanto proposto dal sindaco Macelloni e  i motivi per cui è nata l’Unione Valdera, e ancora perché quasi la metà dei Comuni ne siano usciti, per quale motivo non si riesca a farla funzionare al meglio, per quale motivo i Sindaci non si siano parlati prima, per quale motivo al simposio di Casciana Terme sul decennale dell’Unione Valdera ne siano state tessute le lodi e poi alla prima occasione sperticarsi in baci abbracci e pacche sulle spalle al Sindaco di Peccioli per la meravigliosa proposta.  Riteniamo che, prima di dare un qualsiasi giudizio bisogna ascoltare, studiare, capire…così da poter dare ogni nostro appoggio o dimostrare la nostra contrarietà in tutta consapevolezza. Tra l’altro chi governerà Pontedera avrà l’onere e l’onore di risolvere…

Share

TERRA CHIAMA FRANCONI
denuncia , Stato e cittadini / 28 Dicembre 2018

Alla nostra cortese domanda in merito ai vari problemi riscontrati e segnalatici a carico delle palestre cittadine otteniamo una risposta stizzita, supponente e parziale dall’assessore Franconi. Dovere nostro chiedere spiegazioni, obbligo loro nei confronti dei cittadini rispondere in maniera esauriente. Franconi realizza il suo scomposto intervento lanciando una serie di accuse nei nostri confronti, colpevoli di fare opposizione, osando criticare loro “poveri” amministratori. Rammentiamo a Franconi che da settanta anni sono loro che amministrano la città in cui lui stesso svolge la funzione di assessore da dieci anni. In questo lasso di tempo e con le idee e le opere di queste brillanti menti la città è lentamente e inesorabilmente collassata su se stessa: è loro la responsabilità politica del disastro della Strada di Patto, una delle svariate strade dissestate e pericolose della città non più della Vespa ma a prova di Vespa a causa delle innumerevoli buche; il cimitero versa in condizioni a dir poco imbarazzanti; il fiore all’occhiello dell’amministrazione, il dente Piaggio, sta letteralmente marcendo; i parchi della città sono in stato di abbandono mentre il decoro urbano rimane un buon proposito. L’assessore ai Lavori Pubblici ha preferito lasciar correre sulle pessime condizioni della biblioteca comunale, non ha…

Share

MOMENTO DI RIFLESSIONE
Stato e cittadini / 24 Dicembre 2018

Siamo doverosamente rimasti al di fuori dal penoso teatrino politico che si è animato sulle cronache e conseguentemente sui social in seguito alla notizia  della prematura scomparsa di un nostro concittadino la cui vita si è spenta miseramente nel bagno di un bar il sabato prima di Natale. La droga non è  solo un fatto privato,  la droga è una piaga sociale, un fenomeno cosi  diffuso  all’interno della  nostra società   che  sembra  non risparmiare  nessun territorio. Di droga si muore, oggi come ieri, e  l’uso di   droga  è molto diffuso   anche  nella  nostra  città anche  se  i riflettori paiono accendersi ad intermittenza, solo  in occasione  di  eventi  cosi  tragici. La  cosi ampia   diffusione  delle  droghe  e   la morte di un tossicodipendente  sono, a  nostro  avviso, i segnali  di un fenomeno grave da non sottovalutare rispetto al quale mostrare rispetto dal punto di vista umano  e  su cui non è corretto speculare. La droga é  presente nella nostra città  da decenni ma del  problema negli ultimi anni non si é  più  parlato o non se  ne  è parlato  abbastanza.    Negli ultimi anni si contano decine di sequestri di partite di droga nella nostra città, le forze dell’ordine ci  dicono  dei…

Share

TRASPARENZA
Stato e cittadini , tasse e bilancio / 22 Dicembre 2018

Nell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo votato a favore di una variazione di bilancio per consentire all’Amministrazione Comunale di ricevere il contributo regionale di € 30.000,00 per la realizzazione della mostra presso il PALP di Galileo Chini “Orizzonti d’Acqua”. Poiché per la realizzazione di detta mostra sono stati stanziati ulteriori 10.000 euro da parte del Comune, il M5S di Pontedera, nell’ottica di un’assoluta trasparenza comunica che  ha chiesto attraverso un accesso agli atti, copia del bilancio della Fondazione per la Cultura di Pontedera. Considerando che per la fruizione della mostra è previsto un biglietto intero di 8 euro  e 6 euro per le riduzioni, pensiamo che sia doveroso per i cittadini sapere come vengono spesi i loro soldi. Per questo motivo, siamo soddisfatti dell’approvazione della legge “Spazza corrotti” fortemente voluta dal M5S e che attendevamo da anni, che tra le altre cose applicherà per le fondazioni, associazioni e comitati, gli obblighi in materia di trasparenza e rendicontazione stabiliti per i partiti o movimenti politici. M5S Pontedera

Share

CHIEDETEVI PERCHE’?!
Senza categoria , Stato e cittadini / 12 Dicembre 2018

L’apertura di una sede Casa Pound nella nostra città sembra lasciare tutti sbigottiti, addolorati, quasi sgomenti. Il Movimento Cinque Stelle vuole andare oltre il turbamento e l’amarezza ritenendo che l’unico antidoto rispetto ai preoccupanti rigurgiti nostalgici sia la buona politica, una politica che recuperi la centralità del cittadino ed abbia quale unico scopo perseguire il soddisfacimento dei bisogni e non l’accudimento clientelare dei vari portatori d’interesse. C’è estremo bisogno di trasparenza, onestà ed efficacia; l’attuale classe dirigente pontederese è la principale responsabile di una situazione fuori controllo, del malcontento, di una dialettica che ritroviamo quotidianamente sui social cittadini che schiuma ogni giorno impregnata di intolleranza, rabbia e violenza, con la goffa illusione che bastonare, e non solo metaforicamente, possa giovare a farsi sentire meno bastonati. Non scenderemo in piazza a manifestare contro l’apertura di nessuna sede perché profondamente convinti che l’unico efficace contrasto siano le azioni concrete: pretendere di non avere per governanti dei corrotti, dotare chi è in difficoltà di un reddito di cittadinanza in modo da attutire le isuguaglianze, la rinuncia ai contributi elettorali, il buon esempio di chi devolve alla collettività parte dello stipendio, la gestione corretta e vigile dell’immigrazione,  politiche di integrazione vere, il controllo dei…

Share

IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE D’ACCENTO NEL CORSO MATTEOTTI.
denuncia , Stato e cittadini / 9 Dicembre 2018

Il M5S di Pontedera ha presentato un esposto presso la Procura della Repubblica per segnalare la pericolosità dell’impianto di illuminazione d’accento nel Corso Matteotti. La cosa che maggiormente ha indignato i denuncianti è la “recidiva” di cui sono accusati i progettisti e gli esecutori degli impianti oltre l’Amministrazione comunale che ha consentito l’installazione degli stessi. Infatti, nel dicembre 2015, in occasione dell’allestimento di via Dante con addobbi e luminarie varie, il M5S si fece promotore di un esposto per segnalare i numerosi difetti che rendevano pericolosi gli impianti elettrici installati in quella occasione. Gli interventi proposti dal tecnico del M5S per raggiungere un grado di sicurezza accettabile furono giudicati economicamente ed esteticamente inaccettabili mentre quelli di fatto attuati non risolsero i problemi. A distanza di tre anni, si sono ripetute sostanzialmente le medesime situazioni di pericolo e di non corretta installazione in barba alle leggi ed alle normative tecniche vigenti a dimostrazione della evidente incapacità da parte degli intervenuti di applicare le cosiddette “regole dell’arte”. Alla luce di quanto sopra esposto, il M5S di Pontedera si augura che, questa volta, siano presi i provvedimenti del caso in maniera tale che in futuro non si abbiano a ripetere i fatti denunciati…

Share

NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE
Stato e cittadini / 14 Novembre 2018

Apprendiamo dagli organi di stampa la (Non) notizia che Matteo Franconi, attuale assessore della giunta Millozzi, sarà il prossimo candidato a sindaco nel Comune di Pontedera per il Partito Democratico. Nell’augurargli buona fortuna (ne avrà tanto ma tanto bisogno), ci permettiamo una considerazione: l’assoluta continuità con l’attuale amministrazione, in contenuti e metodi, che come Movimento 5 Stelle critichiamo drasticamente e consideriamo a dir poco fallimentare e in special modo nell’operato di Franconi. Pontedera ha urgente bisogno di un profondo cambiamento di visione della città e di un sonoro BASTA!!! con il vecchio sistema di potere. Movimento 5 Stelle

Share