Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
Pontedera verso il 2020 #6

Vi invitiamo al sesto appuntamento con i cittadini per presentarvi il programma per le amministrative 2014: questa volta saremo al circolo ARCI della frazione il Romito, e come al solito oltre a sottoporvi il lavoro svolto finora, raccoglieremo le proposte dei cittadini. Vi segnaliamo anche che il 4 Aprile prossimo, venerdi, faremo un incontro analogo nella frazione La Borra, presso i locali dell’ Associazione ricreativa in via dei girasoli. Spargete la voce!

Share

Pontedera verso il 2020 #5

Vi ricordiamo i prossimi appuntamenti sul territorio: Domani alle 21,30 alla sala parrocchiale in Via delle Calende a Gello ci sara’ il consueto incontro pubblico per illustrare ai cittadini il nostro programma e ascoltare le loro proposte di modifica e integrazione. Data l’urgenza in particolare dell’ argomento riguardante la centrale a biogas, se i cittadini lo chiederanno potremo dedicare l’intera serata ad approfondire questo argomento e a concordare iniziative comuni; Sabato 22 alle 17,30 al centro Sete Sois Sete Luas in viale R. Piaggio invece avremo un incontro con i deputati Marco Baldassarre e Walter Rizzetto per parlare di lavoro e in particolare delle proposte per il futuro della Piaggio. Vi aspettiamo, spargete la voce!

Share

Pontedera verso il 2020 #4

Vi ricordiamo i prossimi appuntamenti sul territorio: Domani dalle 16 alle 19,30 il gazebo informativo in Piazza Belfiore (Piazza A. da Pontedera); Martedi 11 alle 21,30 al centro Poliedro ci sara’ l’incontro pubblico per illustrare ai cittadini il nostro programma e ascoltare le loro proposte di modifica e integrazione; Venerdi 14 alle 21,30 al centro Sete Sois Sete Luas in viale R. Piaggio invece avremo un incontro con il deputato Samuele Segoni per parlare di ambiente, gestione del territorio e dissesto idrogeologico. Vi aspettiamo, spargete la voce!

Share

Ci risiamo…

Ogni tanto anche noi dobbiamo fare autocritica. Purtroppo siamo tutti volontari e ogni tanto qualche cosa ci scappa: e stavolta ce ne e’ scappata una piuttosto grossa, ma forse l’ultima parola non e’ ancora detta. Partiamo dall’inizio: a Maggio del 2010 scoprimmo l’intenzione di Ecofor di costruire un “dissociatore molecolare” (leggi inceneritore) a Gello, amena localita’ turistica dove ormai i rifiuti sono parte del paesaggio. Insieme al CGCR Valdera riuscimmo a smascherare le reali intenzioni della Ecofor e del PD (ricordiamo che l’attuale segretario del PD Pasquinucci e’ un ex consigliere della Ecofor) e ad evitare che l’inceneritore venisse costruito. Tuttavia quella faccenda ci ha sempre lasciato con qualche perplessita’: quell’inceneritore era veramente un aborto, da tutti i punti di vista. Chiunque avrebbe potuto “smontarlo”, e ci e’ sempre venuto il sospetto che fosse un falso bersaglio, un po’ per ampliare la discarica (come poi infatti e’ stata ampliata) e un po’ per qualcos’altro che allora, esausti per la battaglia, non siamo riusciti a focalizzare. Oggi, a distanza di quasi 4 anni capiamo cos’era quel “qualcos’altro”. Si trattava di una centrale a “biogas”. In realta’ ci hanno sempre preso in giro chiamandolo “impianto di compostaggio” (alludendo alla possibilità di ottenere…

Share

Pontedera verso il 2020 #2

Martedi prossimo vi aspettiamo al Circolo ARCI Botteghino, frazione La Rotta, per illustrare il lavoro fatto fin qui sul programma, confrontarci con voi sui contenuti e ottenere spunti per ulteriori argomenti da inserire.

Share

Pontedera verso il 2020 #1

Vi aspettiamo Martedi 18 al Circolo ARCI di via Tosco Romagnola, localita’ Pietroconti, per presentarvi il lavoro svolto finora sul programma e acquisire le vostre osservazioni e integrazioni. #vinciamonoi!

Share

Good news
Ambiente , Partecipazione , Rifiuti Zero , sanita' / 31 Agosto 2013

Riceviamo e volentieri pubblichiamo: REVOCATA LA LICENZA ALL’INCENERITORE SCOZZESE GEMELLO DI QUELLO IN PROGETTO A PONTEDERA Doveva essere l’inceneritore modello, un “dissociatore molecolare” di ultima generazione, gemello di quello da realizzare a Gello di Pontedera al costo di almeno 45 milioni di euro, ma dopo oltre 4 anni di tentativi l’Agenzia per la Protezione Ambientale Scozzese – SEPA (l’equivalente della nostra ARPAT) ha annunciato la decisione di ritirare la licenza operativa alla società che gestisce l’inceneritore, visitata più volte da ECOFOR, Provincia di Pisa, ARPAT e Sindaco di Pontedera. Fin dal luglio del 2010, il CGCRV – Coordinamento Gestione Corretta rifiuti Valdera – ha realizzato un documento tecnico di forte critica verso un progetto inaccettabile per ragioni tecniche (apparecchiature inadeguate e primitive, tecnologia di trattamento scadente) e ambientali (prodotti di risulta sia solidi sia gassosi fortemente inquinanti), definendolo una minaccia per la salute della popolazione e proponendo diverse alternative. Solo grazie all’impegno rigoroso ed informato del CGCRV il progetto non è stato realizzato fino ad oggi, evitando di spendere milioni di euro e di esporre a rischi sanitari ed ambientali la popolazione della Valdera. Il progetto del “dissociatore molecolare” di Pontedera, tra l’altro, non è stato annullato, bensì solo sospeso…

Share

Rossi chi?

(Dal M5S Toscana) “Il Governatore Enrico Rossi evita in tutti i modi il confronto. Altro che democratico, il Pd si conferma un partito dispotico che prende le decisioni nel segreto delle sue stanze senza il ritegno di incontrare nemmeno i parlamentari che chiedono informazioni”. E’ dura la presa di posizione del Movimento 5 Stelle che, da più di due settimane ormai, attende una risposta positiva dal presidente della Regione alla richiesta di un incontro per discutere della sanità regionale. “Una richiesta legittima, presentata e firmata da tutti e nove i parlamentari toscani del Movimento – spiega il parlamentare Massimo Artini – Vogliamo infatti avere spiegazioni dal presidente sulla futura riforma sanitaria che prevede tagli di duemila posti letto in tutta la Toscana. Una stangata che andrà ad abbattersi in particolar modo sui piccoli ospedali, come il Serristori di Figline Valdarno”. “Purtroppo – sottolinea l’esponente del Movimento 5 Stelle – il presidente Rossi, ancora una volta, dimostra di non voler portare a conoscenza dell’opinione pubblica i piani di smantellamento della sanità pubblica. E ripetutamente, in questa ventina di giorni, con vari escamotage, ha trovato il modo di non incontrarci. Una modalità arrogante e poco democratica di governare e fare politica. Già…

Share