Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
Partecipa. Scegli. Cambia.

Per raccontare e spiegare a tutti il nostro programma per la qualità della vita degli italiani faremo un tour che girerà tutta l’Italia e Venerdì 02/02/18 questo tour farà tappa a Pontedera. Venerdì 19/02 abbiamo depositato i venti punti del programma di governo del MoVimento 5 Stelle. Ci sono le nostre priorità. Il taglio delle 400 leggi inutili in questo Paese, poi l’obiettivo di Italia smart nation, dunque investimenti per nuove opportunità di lavoro, nuove tecnologie, internet delle cose, auto elettriche e digitalizzazione della pubblica amministrazione. Un pilastro fondamentale è il reddito di cittadinanza, che include anche la pensione di cittadinanza. C’è poi il comparto fisco, con l’abbassamento delle tasse per migliorare la qualità della vita grazie al taglio degli sprechi. E ancora sicurezza, legalità, stop al business dell’immigrazione e tutela dei risparmi dei cittadini. Quindi il supporto alle famiglie, la banca pubblica per gli investimenti, la lotta a corruzione, mafie e conflitti d’interesse. Fra i venti punti ci sono pure il superamento della buona scuola, la valorizzazione e tutela del made in Italy, investimenti sulla green economy, senza dimenticare il superamento della legge Fornero e l’obiettivo di una giustizia rapida, equa ed efficiente. Metteremo 50 miliardi nei settori strategici fra innovazione, energie rinnovabili, manutenzione del…

Share

Marcia per il reddito – Sosta a Pontedera

Il Movimento 5 Stelle Pontedera presenta un video pensato all’interno dell’iniziativa “Marcia per il reddito”. La marcia si è svolta da Livorno a Firenze ed è stata messa in atto da Angelo De Divitiis e Antonio Grieco. Il video è stato ideato e creato come sincero ringraziamento ai due marciatori e come segno di vicinanza e supporto a tutte le persone  sostenitrici  del “Reddito di Cittadinanza”. Negli ultimi mesi, grazie alle continue battaglie del Movimento 5 stelle, la povertà e la nostra proposta sul reddito di cittadinanza sono diventate protagoniste del dibattito pubblico. Finalmente si parla dei problemi dei cittadini, quelli che fanno sempre più fatica ad arrivare alla fine del mese, quelli che non riescono nemmeno più a comprare le medicine o a pagare il mutuo perché hanno perso il lavoro. Persone sempre più ricattabili dalla mafia, cittadini che non sono più liberi e che sono stati abbandonati completamente dallo Stato. Il video, dal titolo “Marcia Per Il Reddito – Sosta a Pontedera”,  è presente anche sulla nostra pagina youtube pontedera5stelle. #reddito #redditoxdignità  #IoSostengoRousseau  #RedditoperTutti #Pontedera5Stelle

Share

MARCIA PER IL REDDITO
Reddito di cittadinanza / 3 novembre 2016

Angelo De Divitiis si rimette in marcia per il reddito di cittadinanza. Oggi 3 novembre è partito  da Livorno e percorrerà 91 Km. in 4 giorni che lo porteranno a Firenze il giorno 6 sotto il palazzo della Regione per chiedere un incontro con il governatore Enrico Rossi per chiedere l’ introduzione del reddito di cittadinanza, misura che serve a ridare la dignità a tutte le persone che come lui hanno perso il lavoro. Alle 16,30 circa arriverà a Pontedera in piazza della Stazione e noi  gli faremo sentire la nostra vicinanza e solidarietà in questa battaglia che con tenacia sta portando avanti. Partirà da Pontedera il 4 mattina presto, arrivo a Empoli verso l’ora di pranzo in piazza della Stazione. Partenza il mattino del 6. Arrivo a Firenze previsto per l’ora di pranzo. Angelo non è nuovo a queste iniziative a fine giugno ha percorso a piedi il tragitto da Livorno a Roma dove è stato ricevuto dai portavoce nazionali del Movimento 5 Stelle che per primi hanno proposto l’introduzione di un reddito minimo a livello nazionale.   Movimento 5 Stelle Pontedera

Share

Case (im)popolari

In seguito alla segnalazione pervenuta da alcuni abitanti residenti nelle case popolari di via Einaudi a Pontedera, i consiglieri del M5S unitamente ad alcuni attivisti hanno effettuato un sopralluogo per verificare la situazione. La situazione è apparsa tale da suscitare un motivato allarmismo: infissi marci a tal punto da impedirne la chiusura, mura interne ricoperte da muffe che proliferano ricoprendo intere pareti; all’esterno docci e grondaie sgretolate dall’usura, pezzi di muratura distaccati sia dalla facciata che dai balconi, tanto da rendere visibile l’armatura in ferro, oramai pericolosamente arrugginito. Manifestiamo l’enorme preoccupazione per lo stato di abbandono nel quale da anni versa l’immobile e per le pessime condizioni igienico sanitarie a dir poco insalubri nelle quali sono costretti a vivere anche alcuni bambini molto piccoli. Sollecitiamo l’amministrazione ad intervenire tempestivamente, procedendo alla sanificazione e messa in sicurezza degli appartamenti di proprietà Apes. Esprimiamo contestualmente la nostra solidarietà agli inquilini i quali, tutt’altro che incuranti e negligenti, negli anni si sono adoperati e continuano a fare il massimo per salvare il salvabile, operando continui interventi pur costretti a vivere in una condizione abitativa che di civile, umano e dignitoso ha sempre meno.

Share

Lavoratori Aggratis

Come Movimento 5 Stelle riteniamo che una più concreta, meno iniqua ,forma di aiuto per i cittadini in difficoltà potrebbe venire attuata dalla presentazione di una bozza che in base all’articolo 24 della legge n. 164 del 2014 portasse all’approvazione di un regolamento definito “Baratto Amministrativo” e già approvato, per altro, in molte altre amministrazioni locali a maggioranza Pd. In uno degli ultimi consigli comunali, La maggioranza aveva bocciato la nostra mozione di introdurre anche nel nostro comune il baratto amministrativo, e proponendo come alternativa “ io adotto” e “io partecipo” , due iniziative a loro giudizio che miravano a dare soluzioni al disagio sociale per tutti i cittadini, nel consiglio comunale del 15/12/2015 sono stati presentati i regolamenti di queste due iniziative. Riteniamo che l’approvazione del regolamento “Io adotto” non sia una iniziativa che porti benefici ai cittadini in difficoltà con il pagamento delle tasse locali fondamentalmente per una serie di motivi: Primo, perché riteniamo che la riduzione del tributo tari del 50% per l’anno 2016 sia una misura poco efficace nei confronti di chi è moroso e siamo convinti che si possa fare meglio, recuperando tali mancate entrate tributarie da una riduzione della spesa derivante dai lavori svolti…

Share

PECCATO… UNA OCCASIONE SPRECATA
Reddito di cittadinanza / 2 ottobre 2015

Peccato….una occasione sprecata              Nel Consiglio Comunale del 29 Settembre . abbiamo ritenuto cosa buona e giusta presentare una mozione che impegnasse Sindaco e Giunta all’attuazione del cosiddetto “Baratto Amministrativo”. Di cosa si tratta? In poche parole si tratta di un “patto” tra amministrazione comunale e cittadino,  (moroso incolpevole) che baratterebbe in modo del tutto volontario le imposte comunali che non ha pagato ma, soprattutto, che non è riuscito a pagare (visto il momento) in lavori di pubblico interesse quali pulizia, manutenzione, abbellimento di aree verdi, strade, piazze, interventi di decoro urbano, recupero e riuso. Diciamo subito che il baratto amministrativo è una Legge dello Stato già in vigore; e precisamente viene previsto all’Art.24 della Legge n.164 dell’11 Novembre 2014 (D.L. “Sblocca Italia… governo Renzi”) Secondo il nostro modesto parere l’approvazione di questa mozione avrebbe consentito di dare al Comune quattro (dico quattro) vantaggi: Si sarebbe dato un pochino di respiro economico alle persone in difficoltà, troppo spesso abbandonate dalle istituzioni,nel pagamento delle imposte comunali (IMU, TARI, TASI) e uno sgravio dalla presenza di Equitalia Avrebbe dato al Comune la possibilità di diminuire drasticamente le imposte non riscosse e i contenziosi Si sarebbero rimpinguate le risorse per la gestione del…

Share

Beppe chiama, Pontedera risponde!

Lettera aperta di Beppe Grillo “Caro amico, cara amica Segna questa data: 13 dicembre, il giorno di Santa Lucia. Il M5S inizia la Raccolta Firme per la legge popolare per indire il referendum per l’uscita dell’Italia dall’euro. L’Italia è in una situazione drammatica, travolta da povertà, corruzione e malaffare. Gli italiani come primo passo devono riprendersi il Paese e la sovranità su di esso, a partire da quella monetaria. È un giorno storico e per il suo successo abbiamo bisogno di tutto il tuo aiuto. Con l’euro siamo condannati al default economico. Il 13 dicembre il M5S sarà presente in tutto il Paese con gazebo e i moduli per le firme. Il tuo contributo è importante: – organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (che sarà in continuo aggiornamento) – scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro) – fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro – invia i tuoi commenti e suggerimenti a segnalazioni@beppegrillo.it. Cercherò di rispondere alle tue osservazioni quanto prima Contro il Sistema, contro le banche, contro le istituzioni finanziarie, contro tutti! Solo grazie alla tua attività otterremo l’uscita dall’euro e…

Share

La Piaggio fa “scuola”

Pubblichiamo questo comunicato stampa del M5S di Santa Maria a Monte perche’ la ditta Officine Ristori e’ una delle ultime aziende rimaste dell’ indotto Piaggio, e come si legge nell’ articolo pare che sia intenzionata a una manovra poco chiara sulle spalle dei lavoratori. Il Movimento 5 Stelle di Santa Maria a Monte vuole portare all’attenzione dell’opinione pubblica del nostro comune e della Valdera la situazione drammatica che sta vivendo una delle più importanti e storiche aziende del territorio, contattati dai dipendenti delle Officine Ristori di Montecalvoli, attraverso una lettera, che vi giro in versione integrale, che ci hanno inviato per testimoniare, nel silenzio delle istituzioni, la loro lotta per la sopravvivenza: “Buonasera, vorrei portarvi a conoscenza di quello che accade alle Officine Ristori di Montecalvoli. Da due anni gli operai delle Officine Ristori (154 addetti) sopravvivono grazie al contratto di solidarietà, l’azienda ha perso quasi tutte le commesse con la Piaggio (unico cliente delle Officine Ristori). Dopo il secondo rinnovo del contratto di solidarietà la situazione si è fatta critica, l’azienda non ha pagato il premio ferie a Luglio, ha stentato nella produzione lasciando a casa la maggior parte del personale. Alla fine di settembre si arriva alla tragedia,…

Share

Diritti? Inammissibili!

L’emendamento al decreto omnibus “sblocca Italia” proposto dal M5S alla Camera dei Deputati (articolo 40 bis), recante modifiche in favore dei lavoratori a contratto part-time verticale annuale ciclico e che una volta approvato, avrebbe garantito l’accesso di tali lavoratori agli ammortizzatori sociali per il periodo di sospensione contrattuale, è stato dichiarato inammissibile e quindi non degno di essere discusso e votato in aula alla Camera, senza una plausibile giustificazione. In effetti, in un decreto OMNIBUS, che contiene norme che spaziano dal settore agricolo, alla tutela ambientale e all’efficientamento energetico dell’edilizia scolastica e universitaria, al rilancio e lo sviluppo delle imprese, al contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche e infine alla definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea, un emendamento alla legge che avrebbe permesso di accedere agli ammortizzatori sociali anche alla categoria dei lavoratori a part-time verticale ciclico annuale nei periodi di sospensione del contratto, ai deputati del PD, sarebbe sembrato fuori luogo, perché,per la prima volta, avrebbero discusso di una misura che andava a favore dei lavoratori e non a favore delle solite lobbies imprenditoriali e finanziarie che governano e dominano la politica italiana degli ultimi 30 anni. Agli occhi di chi ha deciso tale inammissibilità è…

Share

Dalla strada al Parlamento

Il M5S di Pontedera ancora una volta ha fatto da ponte fra i nostri rappresentanti in Parlamento e i lavoratori Piaggio, raccogliendo le istanze degli operai Part Time Verticale e proponendo, grazie alla senatrice Sara Paglini e ai suoi collaboratori, un ordine del giorno che fara’ da introduzione a un emendamento scritto dagli stessi lavoratori coinvolti e mirato ad ottenere per i part time verticali ciclici il diritto ad accedere agli ammortizzatori sociali e alla copertura previdenziale. Il problema della mancanza di tutele non riguarda i soli lavoratori PTV Piaggio, ma anche molti altri settori, fra cui istruzione e sociale. Ora vediamo come voteranno il resto delle forze politiche e da che parte staranno: noi per questo problema il primo passo l’abbiamo fatto, e molte altre cose bollono in pentola sul fronte Piaggio. Ecco qua il testo dell’ ODG: A.S. 1428 Ordine del giorno Il Senato, in sede di esame del disegno di legge recante “Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino dei rapporti di lavoro e di sostegno alla maternità e alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”; premesso che:…

Share