Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
CONDIVIDIAMO APPELLO CGIL COMUNALE
denuncia , lavoro / 10 novembre 2018

Rispondiamo volentieri all’appello mezzo stampa del rappresentante CGIL comunale Nicola Bernardeschi. La problematica che solleva sull’esternalizzazione di servizi e competenze da parte dell’amministrazione e la  relativa critica è da parte nostra sentita e condivisa. Come Movimento 5 Stelle riteniamo che questo passaggio di competenze a soggetti privati non abbia portato in molti casi nè a un risparmio né  a un miglioramento del servizio, anzi in alcuni settori il peggioramento è stato evidente negli anni. Sono evidenti le carenze se non la assoluta mancanza di manutenzione in alcune scuole, parchi, cimiteri, strade e piste ciclabili della città e gli esempi sull’argomento si sprecano. L’aumentare di posizioni dirigenziali ed organizzative all’interno della macchina comunale, dovrebbe  in teoria aumentare l’efficienza degli interventi e dei controlli sui servizi erogati, è palese che a Pontedera questo non avviene e il perdurare di questa situazione  di inefficienza va a discapito dei cittadini. Lo stato della macchina comunale è preoccupante, gli effetti sono sotto gli occhi di tutti, nella vita di tutti i giorni e nei molteplici post sui vari social dei nostri concittadini, lo stato delle cose va cambiato e noi ci proponiamo di farlo se da Maggio prossimo saremo alla guida della città. I vari…

Share

NESSUNO RESTI INDIETRO
lavoro / 2 agosto 2018

  EX LAVORATORI TMM, GALLETTI (M5S): “Nessuno resti indietro!”. Approvata mozione in Consiglio regionale per sostenere tutti gli ex dipendenti TMM. “Apprendiamo con soddisfazione in questi giorni che la Regione Toscana ha dato la sua disponibilità ad andare incontro tramite corsi di formazione ad alcuni ex operai della TMM di Pontedera che nei prossimi giorni costituiranno una cooperativa. E’ straordinario come questi operai, licenziati dalla TMM, siano riusciti anche con l’aiuto dei sindacati a reagire in modo così volenteroso ed a diventare artefici del proprio destino. Alla Regione Toscana, con la nostra mozione approvata oggi in Aula consiliare, chiediamo di proseguire nel lavoro di sostegno agli ex lavoratori dell’azienda TMM di Pontedera e di estenderlo agli ex lavoratori TMM non rientranti in suddetta cooperativa, prevedendo equivalenti forme di sostegno formativo e non anche a loro. E’ importante che  nessuno resti indietro e che tutti abbiano gli aiuti di cui hanno bisogno in pari misura. Ci auguriamo di vedere la stessa attenzione ed efficacia per tutti i lavoratori di aziende grandi e piccole della  nostra regione”. Irene Galletti, Consigliera regionale Movimento 5 Stelle    

Share

ANCORA SULLA TMM!!
lavoro / 20 giugno 2018

    Apprendiamo dalla stampa che ai lavoratori in presidio permanente, dopo essere stati licenziati  dall’ azienda TMM di Pontedera, è stato chiesto un risarcimento danni per un milione di euro per aver impedito il libero accesso allo stabilimento. Ci schieriamo dalla parte dei lavoratori che oltre ad aver perso il posto di lavoro, a causa della delocalizzazione portata avanti dalla Piaggio, come abbiamo già ribadito in altri nostri interventi, si trovano a dover subire anche questa ingiustizia e a doversi difendere nelle aule dei tribunali, per aver intrapreso azioni   atte a difendere il diritto al lavoro. Come Movimento  5 Stelle di Pontedera, abbiamo già contattato i nostri portavoce in Parlamento della commissione Lavoro, perché mettano al centro dei loro prossimi lavori questa vicenda assurda. Non si può e non si devono calpestare i diritti dei lavoratori, dopo le tante battaglie portate avanti nel corso degli anni, non si può e non si deve tornare indietro ed abbassare la testa davanti a tanta arroganza. I danni dovrebbero chiederli i lavoratori che sono stati privati da un giorno all’altro dello stipendio e della dignità di poter contribuire al sostentamento della famiglia.   Movimento 5 Stelle Pontedera

Share

SINDACALISTI E IMPRENDITORI TARGATI PD
lavoro / 9 febbraio 2018

La risposta dei segretari PD al nostro articolo sulla passerella elettorale del ministro Fedeli alla TMM ci lascia molto perplessi. In una vicenda dove escludendo i lavoratori, si stanno giocano i loro diritti fondamentali, le varie parti in causa sono targate Partito Democratico, dai sindacati alla Piaggio unico cliente dell’azienda, ci pareva grottesco che il ministro Poletti (PD) manco conoscesse la TMM, forse il governo regionale (PD) ha avuto problemi a informarlo o Rossi era troppo impegnato a inaugurare stabilimenti Piaggio in Vietnam come nel 2012, o forse la Fedeli (PD) come Ministra dell’istruzione è più competente in  materia del Ministro del lavoro, non lo sappiamo ce lo devono dire loro. Se il segretario PD Sonetti intende come ”fare sistema”   essere vicini ai lavoratori con sindacati ed enti locali (PD) e agli imprenditori (PD) con Regione(PD) e Governo (PD) libero di crederlo, hanno il monopolio della questione e tengono i piedi in tutte le staffe, a chi andavano chieste risposte? Se sono veramente vicini alle aziende dell’indotto Piaggio, se parlano con i loro imprenditori, o dipendenti o con i dipendenti di Piaggio stessa, sanno bene che ormai da anni l’azienda che è stata il pilastro della nostra economia attua una…

Share

PASSERELLA ELETTORALE
lavoro / 5 febbraio 2018

  Il PD continua a fare campagna elettorale sulla pelle dei lavoratori. Dopo aver permesso alla Piaggio di delocalizzare nei paesi asiatici quasi tutte le produzioni, garantendogli nel contempo di poter sfruttare  gli ammortizzatori sociali, il cui costo ricade su tutti noi, per gli operai che vengono periodicamente tenuti a casa. La Piaggio, però continua a fare utili e a staccare dividendi da distribuire ai soci aumentando i ricavi rispetto agli anni precedenti, alla faccia dei lavoratori. Vogliamo ricordare che Roberto Colaninno  presidente della Piaggio, è padre di Matteo parlamentare del PD nonché responsabile economico del partito che della Piaggio  è il vice . L’altro figlio è Michele nonchè consigliere come lo è pure l’ex ministra Maria Chiara Carrozza anch’essa del PD. Troviamo molti esponenti PD all’interno della Piaggio, ed è la Piaggio che ha annullato gli ordini delle marmitte alla TMM preferendo delocalizzare in Asia per abbassare i costi ed aumentare gli utili, incurante del destino degli operai. Si, la Piaggio ha delocalizzato le produzioni in Asia laddove il presidentissimo Enrico Rossi inaugurò una fabbrica di motori in Vietnam, dichiarandola un buon esempio di internalizzazione!! Pare che il PD locale invece, si dimentichi o faccia finta di ignorare le…

Share

Partecipa. Scegli. Cambia.

Per raccontare e spiegare a tutti il nostro programma per la qualità della vita degli italiani faremo un tour che girerà tutta l’Italia e Venerdì 02/02/18 questo tour farà tappa a Pontedera. Venerdì 19/02 abbiamo depositato i venti punti del programma di governo del MoVimento 5 Stelle. Ci sono le nostre priorità. Il taglio delle 400 leggi inutili in questo Paese, poi l’obiettivo di Italia smart nation, dunque investimenti per nuove opportunità di lavoro, nuove tecnologie, internet delle cose, auto elettriche e digitalizzazione della pubblica amministrazione. Un pilastro fondamentale è il reddito di cittadinanza, che include anche la pensione di cittadinanza. C’è poi il comparto fisco, con l’abbassamento delle tasse per migliorare la qualità della vita grazie al taglio degli sprechi. E ancora sicurezza, legalità, stop al business dell’immigrazione e tutela dei risparmi dei cittadini. Quindi il supporto alle famiglie, la banca pubblica per gli investimenti, la lotta a corruzione, mafie e conflitti d’interesse. Fra i venti punti ci sono pure il superamento della buona scuola, la valorizzazione e tutela del made in Italy, investimenti sulla green economy, senza dimenticare il superamento della legge Fornero e l’obiettivo di una giustizia rapida, equa ed efficiente. Metteremo 50 miliardi nei settori strategici fra innovazione, energie rinnovabili, manutenzione del…

Share

MANIFESTAZIONE TMM
lavoro , Senza categoria / 4 settembre 2017

Pontedera 4 settembre 2017. Delegazione del Movimento 5 Stelle oggi al presidio TMM. Presenti Irene Galletti, consigliera regionale capogruppo M5S, e Andrea Paolucci, consigliere comunale M5S Pontedera. “Serve quanto prima qualcuno in grado di rilevare la proprietà TMM e dare un futuro a questa azienda tramite un dialogo diretto con Piaggio – ha dichiarato Irene Galletti – e accanto agli imprenditori “puri”, auspicati e annunciati da Rossi, potrebbe risultare utile vedere coinvolti gli 85 operai. Di certo se fossero stati comproprietari dell’azienda non si sarebbero inviati lettere di licenziamento in piena estate dopo una rincorsa a fare scorte di prodotti, con tanto di straordinari” “La questione TMM non può rimanere sul piano locale e per questo all’apertura dei lavori parlamentari sarà protocollata un’interrogazione della nostra senatrice Sara Paglini” ha aggiunto la capogruppo M5S in regione. In merito alla presenza del Sindaco di Pontedera, il commento di Andrea Paolucci, consigliere comunale M5S: “Il Sindaco sta facendo il suo dovere impegnandosi per questa situazione e venendo qui oggi. Ma bisogna mettere in conto il bipolarismo PD: a livello nazionale toglie ai lavoratori i diritti e poi viene qui in provincia a parlare di difesa dei posti di lavoro” Gli ha fatto eco…

Share

E’ QUESTA LA RIPRESA?
lavoro / 9 agosto 2017

Vogliamo esprimere la nostra solidarietà ai lavoratori e lavoratrici TMM che, con un vero e proprio colpo di mano, sono stati licenziati. Proprio così, 85 persone e famiglie da un giorno all’altro (nel vero senso del termine) hanno perso lavoro e reddito….senza il minimo rispetto e considerazione da una proprietà che già da tempo aveva intenzione di chiudere. Produzione forzata, continua, numeri che non si vedevano da tempo protratti per alcuni mesi con il solo scopo di fare scorte da stoccare in Piaggio (ovviamente già al corrente della volontà di chiudere da parte della TMM). Qualcuno in TMM annusava la fregatura ma la volontà e , soprattutto, la speranza di aumento di commesse aveva dato la spinta a lavorare ancora più tenacemente. Niente…lucchetti all’entrata della fabbrica e vigilantes 24/24 a controllare che qualcuno mai si permettesse di accedere;  a nostro avviso una vera e propria serrata. Un piccolo spiraglio si era aperto tra l’azienda e la politica per cercare di trovare un minimo di accordo tra le parti; i lavoratori aspettavano l’esito per le ore 17,00 di oggi (9/8/17)….niente da fare alle 9,00 tutto era già stato deciso: tutti a casa. Solo numeri di matricola, cartellini, produzione….persone e dignità possono…

Share

Marcia per il reddito – Sosta a Pontedera

Il Movimento 5 Stelle Pontedera presenta un video pensato all’interno dell’iniziativa “Marcia per il reddito”. La marcia si è svolta da Livorno a Firenze ed è stata messa in atto da Angelo De Divitiis e Antonio Grieco. Il video è stato ideato e creato come sincero ringraziamento ai due marciatori e come segno di vicinanza e supporto a tutte le persone  sostenitrici  del “Reddito di Cittadinanza”. Negli ultimi mesi, grazie alle continue battaglie del Movimento 5 stelle, la povertà e la nostra proposta sul reddito di cittadinanza sono diventate protagoniste del dibattito pubblico. Finalmente si parla dei problemi dei cittadini, quelli che fanno sempre più fatica ad arrivare alla fine del mese, quelli che non riescono nemmeno più a comprare le medicine o a pagare il mutuo perché hanno perso il lavoro. Persone sempre più ricattabili dalla mafia, cittadini che non sono più liberi e che sono stati abbandonati completamente dallo Stato. Il video, dal titolo “Marcia Per Il Reddito – Sosta a Pontedera”,  è presente anche sulla nostra pagina youtube pontedera5stelle. #reddito #redditoxdignità  #IoSostengoRousseau  #RedditoperTutti #Pontedera5Stelle

Share

PACTA SUNT SERVANDA (I patti vanno rispettati): di nuovo ISCOT
lavoro / 5 ottobre 2016

Riceviamo e, volentieri, pubblichiamo: Il primo ottobre avrebbe dovuto essere il primo giorno di lavoro per i sette operai della ISCOT, ditta delle pulizie della SOLE S.p.A., rientrati al lavoro con contratto a tempo indeterminato dopo una dura lotta. Ma lo stesso giorno, all’inizio del turno, uno degli operai è stato bloccato all’ingresso da due guardie della SOLE, impedendogli l’entrata al lavoro nonostante un regolare contratto e che il giorno prima gli fosse stato comunicato l’orario di lavoro da un suo resposnsabile. Gli hanno consegnato solamente una lettera di due righe: “La dispensiamo temporaneamente dal prestare servizio….fermo restando la maturazione della normale retribuzione”. UNA AZIONE DA CAPORALATO Dal carattere discriminatorio ed antisindacale che punta a colpire due degli operai protagonisti della protesta (uno è ancora infortunato), per continuare ad applicare pessime condizioni di lavoro e tenere sotto ricatto questi lavoratori e quelli della SOLE. Anche in questi giorni, infatti, continuano a non applicare le regole minime: la ISCOT non rispetta le undici ore di riposo tra un turno e l’altro, utilizza nuovi interinali mantenendo i contratti a 16 ore, non riconosce ancora il diritto alla mensa. Sappiamo anche che la SOLE ha licenziato decine di lavoratori precari e che si…

Share