Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
UN FULGIDO ESEMPIO DI SPRECO DI DENARO PUBBLICO
denuncia / 17 Aprile 2019

L’ennesimo spreco di denaro pubblico del quale siamo venuti a conoscenza è davvero l’emblema di una gestione della cosa pubblica a dir poco disdicevole; i cittadini devono essere resi edotti sull’operato irrispettoso e non certo ligio di certi amministratori pubblici. I fatti: Con determinazione numero 372 del 22 dicembre del 2017 l’Architetto Fantozzi, dirigente del Secondo Settore Manutenzioni, Ambiente e Protezione Civile, di competenza diretta dell’Assessore Franconi, dava immediata esecutività all’acquisto di un veicolo multiservizi usato, un Mercedes “Unimog U500” al costo di 97.600 euro. Nelle motivazioni della determina si afferma che “esiste la necessità di dotare il secondo settore di detto mezzo…per far fronte ai servizi manutentivi stradali ordinari, sia alle criticità metereologiche in particolar modo per neve e ghiaccio”. Il Comune di Pontedera ha già in dotazione due pale spalaneve, quattro spargisale, un fuoristrada e numerosi altri mezzi in dotazione alla protezione civile e per questo avremmo ritenuto che i soldi derivanti dalla riscossione delle multe potessero essere utilizzati in maniera più utile e proficua (per esempio destinati al rifacimento della segnaletica orizzontale). Prescindendo da questo, la cosa allucinante è che tale mezzo Mercedes, a Pontedera non è mai arrivato, né presso il secondo settore, né altrove. Stiamo…

Share

AD MAIORA
denuncia / 22 Gennaio 2019

Non sappiamo con quale spirito i titolari di attività industriali e commerciali di Gello accetteranno o meno le tardive scuse di Franconi; da anni infatti detta frazione versa in uno stato di abbandono ed incuria totale, una serie di opere incompiute e abbandonate che in certi scorci la rendono spettrale; oltre allo scempio di Gello (che ricordiamo attraverso il Polo ambientale sovvenziona con un discreto tributo il Comune di Pontedera per il disagio ambientale che subisce). Consigliamo all’assessore ai lavori pubblici di non provare ad allungare la lista delle scuse, si tolga pure dall’imbarazzo, lo stato dell’arte è sotto gli occhi di tutti; suggeriamo piuttosto alcuni spunti di riflessione  nella miriade di lavori incompiuti: la rotatoria del Chiesino, lo scempio della strada di Patto, il famigerato braccetto di Santa Lucia, la piazza di Treggiaia che non regge nemmeno un calesse, lo stato degradato e insalubre delle palestre comunali, l’inagibilità del palazzetto dello sport, un cimitero comunale che è uno sfregio alla memoria dei nostri cari, la quasi totalità delle strade urbane ridotta ad un susseguirsi di buche e frettolosi rattoppi, marciapiedi sconnessi, pericolosi per i pedoni, inagibili per i disabili, indecorosi per tutti. Ad maiora, corri Matteo, corri lontano insieme…

Share

FIAT LUX
Ambiente , denuncia / 15 Gennaio 2019

E luce fu, l’anno delle elezioni, da fine novembre fino…probabilmente a Pasqua. Fiat lux anche a mezzogiorno, ventiquattro ore su ventiquattro nelle principali vie del centro. Riflettiamo su come sia possibile questo spudorato sperpero di denaro pubblico e restiamo increduli; è inaccettabile che i soldi dei cittadini vengano impiegati non per migliorare i servizi e rispondere ai tanti bisogni ma per illuminare perfino in pieno giorno una città che presenta non solo nelle periferie, vaste e preoccupanti zone d’ombra. È l’ora di prendere coscienza che non si possono trattare i cittadini come sudditi, disponendo delle risorse pubbliche in modo così lesivo e irrispettoso.  Il comune di Pontedera è pesantemente indebitato e non poteva che essere così data la spregiudicata gestione, a partire dalle piccole cose; il fatto che i pontederesi abbiano sulla testa una spada di Damocle che ammonta a quasi settanta milioni di euro di debito, rende questo lassismo emorragico ancor più odioso.

Share

POICHE’ PARLIAMO E SAPPIAMO QUEL CHE DICIAMO…
denuncia , lavoro / 11 Gennaio 2019

PRispondiamo molto volentieri e punto per punto all’intervento del Sindaco Millozzi in occasione della giornata di protesta degli Assistenti Sociali della SdS zona Valdera. Da quanto riferito nella lettera aperta inviata alla stampa il confronto tra Amministrazione Comunale era, da tempo, stato richiesto dai lavoratori in sciopero ma non era stato  accolto fino a quando tali lavoratori e tali lavoratrici non sono arrivati alla decisione di scioperare e manifestare davanti il Comune . appare di tutta evidenza che , a questo punto, il Sindaco richieda alla Cooperativa AGAPE di partecipare al confronto Sul tema posto dai lavoratori relativo alla “svendita dei Servizi Sociali” , che il Sindaco Millozzi rifiuta ritenendolo fuorviante e inappropriato, sottolineando di avere investito moltissimo nei Servizi Sociali, riteniamo necessario fare un pochino di chiarezza: il mantenimento dei servizi ai cittadini e alle famiglie in difficoltà è compito dell’istituzione pubblica e, a nostro avviso, non può e non deve essere delegato a privati o cooperative. Laddove questo servizio sia stato garantito, esso non può essere garantito sulla pelle dei lavoratori. La questione della riduzione delle risorse ,che viene utilizzata dal Sindaco come argomento a sostegno delle proprie scelte, non giustifica affatto il ricorso a rapporti di lavoro…

Share

SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI AGAPE
denuncia , lavoro / 9 Gennaio 2019

Solidarietà ai lavoratori AGAPE Non è la prima volta che mettiamo sotto la lente di ingrandimento l’ormai annoso problema delle esternalizzazioni e degli appalti di servizi nella Pubblica Amministrazione. Abbiamo letto attentamente il comunicato degli Assistenti Sociali dipendenti della Cooperativa Sociale Onlus AGAPE e, pertanto, non possiamo che esprimere loro la nostra completa solidarietà. A tale proposito vorremmo portare alla luce alcune considerazioni. Innanzitutto ci piacerebbe sapere per quale motivo il Sindaco Millozzi, in veste di presidente della Società della Salute, non abbia ritenuto opportuno confrontarsi con il personale da cooperativa nonostante le molteplici richieste di incontro. Riteniamo che sarebbe stato suo dovere ricevere  e ascoltare le loro rimostranze e, perché no, provare a mediare tra azienda e lavoratori per scongiurare la protesta che si va delineando. Lo stesso discorso vale per l’azienda che ha disertato l’incontro (che, se possibile, è anche peggio). Altra cosa che ci lascia sempre più perplessi è il continuo ricorso all’esternalizzazione dei servizi non solo di pulizia e manutenzione ma anche, cosa ben più grave, quelli relativi ai Servizi Sociali; servizio istituzionale con ruolo di tutela (basta vedere il rapporto con il Tribunale dei Minori). La presupposta “convenienza” della esternalizzazione (smentita ormai da tutti e…

Share

CHE MILLENNIUM DI CIVILTA’ SIA!!
denuncia / 4 Gennaio 2019

Il Movimento 5 Stelle Pontedera sosterrà con forza la manifestazione di protesta che si terrà domenica prossima, 6 gennaio, di fronte al circo Millennium, attendato da giorni sulla piazza del mercato. Esprimiamo assoluta contrarietà rispetto al disgustoso e barbaro utilizzo di animali (per lo più provenienti da paesi esotici) asserviti al pubblico ludibrio. Tali animali, oltre ad essere deportati dai loro habitat ed esposti a temperature gelide, vengono solitamente umiliati e maltrattati, inevitabilmente addestrati, la loro natura stravolta e violentata ad uso e consumo degli spettatori. Le condizioni di vita nelle quali le specie impiegate sono ridotte sono incompatibili con le loro esigenze etologiche e biologiche, ciò che definiamo divertimento rappresenta per tanti animali solo sofferenza. A Pontedera il Movimento 5 Stelle ha tentato di aprire una riflessione sul tema già dal febbraio 2016, presentando in consiglio comunale una mozione volta ad impedire la presenza sul nostro territorio di circhi che utilizzano animali. La mozione fu respinta ma il nostro impegno per dare voce a chi non ne ha non è mutato e la nostra azione proseguirà sempre con maggior vigore e convinzione. Ricordiamo all’ amministrazione che laddove si calpestano diritti non c’è rispetto e senza rispetto non c’è nemmeno…

Share

TERRA CHIAMA FRANCONI
denuncia , Stato e cittadini / 28 Dicembre 2018

Alla nostra cortese domanda in merito ai vari problemi riscontrati e segnalatici a carico delle palestre cittadine otteniamo una risposta stizzita, supponente e parziale dall’assessore Franconi. Dovere nostro chiedere spiegazioni, obbligo loro nei confronti dei cittadini rispondere in maniera esauriente. Franconi realizza il suo scomposto intervento lanciando una serie di accuse nei nostri confronti, colpevoli di fare opposizione, osando criticare loro “poveri” amministratori. Rammentiamo a Franconi che da settanta anni sono loro che amministrano la città in cui lui stesso svolge la funzione di assessore da dieci anni. In questo lasso di tempo e con le idee e le opere di queste brillanti menti la città è lentamente e inesorabilmente collassata su se stessa: è loro la responsabilità politica del disastro della Strada di Patto, una delle svariate strade dissestate e pericolose della città non più della Vespa ma a prova di Vespa a causa delle innumerevoli buche; il cimitero versa in condizioni a dir poco imbarazzanti; il fiore all’occhiello dell’amministrazione, il dente Piaggio, sta letteralmente marcendo; i parchi della città sono in stato di abbandono mentre il decoro urbano rimane un buon proposito. L’assessore ai Lavori Pubblici ha preferito lasciar correre sulle pessime condizioni della biblioteca comunale, non ha…

Share

Luminaria – Replica alle argomentazioni
denuncia / 24 Dicembre 2018

Dopo la pubblicazione della segnalazione dei 5 stelle relativa ad alcuni aspetti dell’illuminazione d’accento installata sul Corso a Pontedera in occasione delle feste natalizie del 2018, le parti chiamate in causa hanno risposto – come al solito – con sole parole e senza fatti concreti. Le parti interessate, ovviamente, hanno replicato sulla stampa locale opponendo solamente parole, soltanto parole ai dati di fatto segnalati come nel presente allegato in pdf si desidera evidenziare.

Share

PALAZZETTO INAGIBILE
denuncia , scuola e giovani / 24 Dicembre 2018

Una festa dello sport con atleti, genitori, nonni, fratelli e amici è sempre un’occasione speciale per tutti i partecipanti e per gli organizzatori, per questo chiediamo come mai il lieto evento di una società pontederese debba esser svolto per motivi di inadeguatezza dell’impianto in un altro comune. Qualche giorno fa la società Stella Azzurra di ginnastica ha svolto i consueti saggi di Natale nel palazzetto di Ponticelli di S. Maria a Monte, di solito sino allo scorso anno la sede della manifestazione era il palazzetto E. Zoli di Pontedera ma non quest’anno, per problemi legati all’inadeguatezza dell’impianto cittadino. Considerando che la capienza degli impianti in teoria è a sfavore di Ponticelli e che il palazzetto di Pontedera ospita regolarmente manifestazioni di discreta importanza di altre discipline, non riusciamo a capire quale siano i motivi della mancata idoneità  dell’impianto di Pontedera. Certo lo stato di manutenzione del palazzetto non è dei migliori, problema condiviso con altre palestre cittadine, vedi palestra scuola Gandhi che è inagibile quando piove per cui gli studenti devono saltare l’ora di educazione motoria, per non parlare della storica palestra Marconcini al cui interno piove e il riscaldamento va a singhiozzi. E’ in generale problema cronico di questa…

Share

IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE D’ACCENTO NEL CORSO MATTEOTTI.
denuncia , Stato e cittadini / 9 Dicembre 2018

Il M5S di Pontedera ha presentato un esposto presso la Procura della Repubblica per segnalare la pericolosità dell’impianto di illuminazione d’accento nel Corso Matteotti. La cosa che maggiormente ha indignato i denuncianti è la “recidiva” di cui sono accusati i progettisti e gli esecutori degli impianti oltre l’Amministrazione comunale che ha consentito l’installazione degli stessi. Infatti, nel dicembre 2015, in occasione dell’allestimento di via Dante con addobbi e luminarie varie, il M5S si fece promotore di un esposto per segnalare i numerosi difetti che rendevano pericolosi gli impianti elettrici installati in quella occasione. Gli interventi proposti dal tecnico del M5S per raggiungere un grado di sicurezza accettabile furono giudicati economicamente ed esteticamente inaccettabili mentre quelli di fatto attuati non risolsero i problemi. A distanza di tre anni, si sono ripetute sostanzialmente le medesime situazioni di pericolo e di non corretta installazione in barba alle leggi ed alle normative tecniche vigenti a dimostrazione della evidente incapacità da parte degli intervenuti di applicare le cosiddette “regole dell’arte”. Alla luce di quanto sopra esposto, il M5S di Pontedera si augura che, questa volta, siano presi i provvedimenti del caso in maniera tale che in futuro non si abbiano a ripetere i fatti denunciati…

Share