Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
450.000 EURO ALL’ACCADEMIA MUSICALE PONTEDERA.
cultura / 8 Aprile 2019

Ci sentiamo in dovere di fare alcune  considerazioni circa l’erogazione di contributi economici da parte dell’amministrazione comunale di Pontedera a favore delle varie associazioni cittadine ribadendo pubblicamente il  nostro dissenso rispetto ai criteri  di assegnazione. Più volte, anche in consiglio comunale abbiamo manifestato i nostri dubbi  sulle modalità di assegnazione dei  contributi economici, sostanziosi  importi solo a favore di alcune associazioni, mentre, a molte altre, l’amministrazione Millozzi, oramai da anni, non eroga più un bel nulla. Sulla cronaca locale si parla di  35 mila euro assegnati dall’ amministrazione all’ Accademia Musicale Pontedera, a seguito di una convenzione che assicurerebbe all’amministrazione l’ uso del cinema teatro Roma per alcune serate. Si omette del tutto che la convenzione impegna il comune per 35 mila euro l’ anno per 10 anni; si tratta quindi di un importo di 350 mila euro che sommato al contributo regionale di 100 mila euro totalizzano 450.000 euro. Per una attività PRIVATA, in un immobile PRIVATO!!! Sul territorio di Pontedera abbiamo una ricca rete di associazioni che si occupano a vario titolo di cultura, sport, sociale, ed altro, le quali,  con molti sacrifici e con volontari promuovono ed organizzano tantissime attività di partecipazione e coinvolgimento dei nostri concittadini….

Share

LA NOSTRA VISIONE
cultura / 18 Gennaio 2019

Sollecitati ad esprimerci sulle sorti dell’ex Palazzo Pretorio, ci rendiamo disponibili ad un confronto come opportunamente richiesto sulle cronache locali di giovedì u.s. da Daniela Pampaloni e Andrea Modesti. Cogliamo con entusiasmo l’occasione di esternare alla cittadinanza la nostra visione. Se dovessimo andare al governo della città non tratteremo sicuramente il Palp come il salotto buono di casa nostra, non metteremo certo in atto una conduzione paternalistica e arbitraria delle scelte (per noi la cultura è una leva trainante dalla quale dipende la crescita di una società e di una comunità intera) ma allargheremo gli orizzonti, volti ad una sempre maggiore partecipazione e fruizione da parte della popolazione, residente e non. Secondo noi la cultura dovrebbe non limitarsi ad iniziative sporadiche, autonome, prediligendo piuttosto una progettualità organica di lungo respiro.  Questo sarebbe possibile attraverso l’istituzione di un team, un’istituzione permanente, una sorta di Società della Cultura che agirebbe tramite bandi pubblici aperti a curatori ed artisti, locali e non, con offerte culturali diversificate nell’arco del tempo, rivolte a pubblici diversi ed anche a “pubblici speciali”. Daremmo vita a tavole rotonde intorno ai temi dell’arte, della cultura, dell’educazione, coinvolgendo i migliori esempi nazionali; intendiamo rendere evidente e tangibile un’idea di museo…

Share

NO PD NO PARTY!!!
cultura / 26 Aprile 2017

Come cittadini che hanno a cuore il futuro della nostra città, abbiamo partecipato volentieri alla presentazione del percorso e visita guidata, giovedì 20 Aprile presso Villa Crastan, per decidere insieme il futuro di questa villa che è stata sede della biblioteca comunale, e non solo, qui in estate si svolgeva il cinema sotto le stelle, il bellissimo parco è stato visitato da generazioni di pontederesi. Insomma per noi rappresenta un luogo del cuore, per cui abbiamo raccolto l’invito dell’amministrazione ed abbiamo ascoltato con piacere i racconti e vari aneddoti direttamente dalla voce dell’ex bibliotecario, giornalisti e conoscitori della storia della nostra città. Una cosa ci ha lasciato perplessi, che del percorso partecipativo si occuperà la Cooperativa Sociolab di Firenze che ha all’attivo numerosi progetti di comunicazione e percorsi di partecipazione. Esponente di spicco è Cristian Pardossi  ex assessore nella giunta Marvogli a Castelfranco di Sotto, ex membro della segreteria regionale del PD, insomma una persona che ha vissuto per molti anni di politica. Non abbiamo nulla contro il Signor Pardossi, sicuramente sarà una persona competente e metterà a frutto tutto quello che ha imparato quando era assessore all’urbanistica e alla partecipazione, ma è il sistema che non ci piace, ritroviamo…

Share

BELLA MOSTRA…MA LA SICUREZZA?
cultura , denuncia / 24 Febbraio 2017

Abbiamo visitato ed apprezzato la mostra allestita al piano 1° dell’ex palazzo pretorio dedicata al mito della velocità. È veramente bella sia nella forma con cui è presentata sia nella sostanza dei contenuti tanto è vero che abbiamo ripetuto più volte la visita. Anche il prezzo del biglietto di accesso ci è sembrato congruo e alla portata di tutti. Nonostante la prima impressione sia stata positiva abbiamo potuto constatare, a nostro avviso,  alcune deficienze per quanto riguarda la sicurezza e la congruità delle vie di esodo nel caso in cui si dovesse presentare una emergenza e, quindi, la necessità di un esodo rapido e sicuro. Quanto detto assume un aspetto ancora più significativo se riferito alla presenza di persone diversamente abili che, come tali, si troverebbero in estrema difficoltà per raggiungere un luogo sicuro specie se su sedie a rotelle. Per capire meglio esaminiamo la questione per gradi. 1) L’accesso per le persone diversamente abili è consentito tramite un piattaforma a scomparsa che, a richiesta, può essere attivata per l’accesso degli stessi solamente al bar-ristorante. 2) Per consentire ai diversamente abili l’accesso ai piani superiori è presente un ascensore sul retro del palazzo a cui si accede da via Verdi. Fin qui…

Share

PREVENIRE E’ MEGLIO!!
cultura , denuncia , scuola e giovani / 18 Febbraio 2017

Apprendiamo che dal primo marzo 2017  scatta a Pontedera una particolare convenzione con il comune di Prato. Una convenzione che entrerà in vigore a partire dal 1 marzo e che consente alla polizia municipale di disporre di due cani antidroga in arrivo dai colleghi di Prato. L’accordo è stato svelato  dal sindaco di Pontedera Simone Millozzi durante la conferenza stampa di presentazione del bilancio 2016 dell’attività della polizia municipale. “E’ un servizio importante – ha spiegato il sindaco – avremo la certezza di poter utilizzare i cani più volte al mese (quattro in totale, ndr).  Il quartiere più controllato sarà quello della stazione mentre un altro campo d’azione per i cani è il villaggio scolastico. Ebbene si, ancora sempre il chiacchierato “villaggio scolastico”, quel villaggio  dai cui numeri alla mano, si può stimare il numero di studenti per istituto, ma i cui flussi sono privi di ogni forma di regolamentazione, visto che gli accessi e le uscite avvengono non solo con una grande facilità ma senza alcuna forma di controlli. E’ qui che si affaccia il secondo capitolo della vicenda ovvero durante la ricreazione, nella fascia oraria compresa tra le 10 e le 10:30, molti studenti circolano liberamente al di fuori del perimetro del loro edificio scolastico. La maggior parte…

Share

MOSTRA “GELATA”
cultura / 12 Gennaio 2017

Abbiamo visitato la mostra “ARTE per non dormire – Pontedera e oltre XXI Secolo “ inaugurata il 15 dicembre scorso e che andrà avanti fino a primavera, presso la Villa Crastan. Nulla da eccepire sull’iniziativa dell’amministrazione comunale che ha intrapreso questo percorso culturale e ha voluto raccogliere in questa mostra immagini, opere e bozzetti di artisti vari che hanno animato Pontedera nel corso degli anni. Inoltre la bellezza della Villa, la suggestione del giardino renderebbe piacevole la visita, diciamo renderebbe, perché dato le basse temperature di questo periodo, e con i termosifoni spenti,  nei locali si rischia il congelamento. Ci domandiamo perché l’amministrazione non abbia previsto un minimo di riscaldamento per rendere accettabile la visita alla mostra ai visitatori e il lavoro ai dipendenti costretti in un piccolo ufficio “scaldato” da piccole stufette elettriche ma con un grande dispendio energetico. Ci rendiamo conto che riscaldare i locali possa essere troppo oneroso, per ovviare a questo inconveniente, a nostro avviso, sarebbe stato più opportuno  posticipare la mostra a primavera, quando le temperature sono decisamente più miti.   MoVimento 5 Stelle di Pontedera

Share

RIPARLIAMO DELLA BIBLIOTECA!!
cultura / 29 Ottobre 2016

  Era il 12 Aprile 2014, e in piena campagna elettorale per le comunali, il sindaco Simone Millozzi alla presenza del suo compagno presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e della presidente della camera Laura Boldrini inaugurava in pompa magna a spese dei cittadini, per altro lasciati fuori, la nuova Biblioteca Giovanni Gronchi ; l’inaugurazione fu definita una giornata speciale, un’idea di politica che guarda al futuro, un progetto nato 30 anni prima e che rappresentava  un luogo di riconciliazione dell’anima per  migliorare la comunità. Struttura ricavata da un capannone appartenente in passato alla società Piaggio che il comune ha dovuto bonificare per adibirlo alla nuova attività spendendo 800.000 euro, che vanno aggiunti ai 6 milioni di euro che sono serviti per ultimarla. Come  annunciato pochi mesi dopo l’inaugurazione,  la struttura si presentava incompleta e già vecchia, con impianti elettrici, impianti antincendio e di climatizzazione non ultimati , prolunghe non conformi, buche tra pavimento e vetrate non segnalate, postazioni PC errate, mancanza di pannelli fonoassorbenti, ascensori non funzionanti, escrementi di piccioni sulle panchine, pezzi di intonaco che si staccavano dai muri rischiando di cadere sulle auto o sulle persone che si trovavano a passare nel parcheggio accanto alla biblioteca e…

Share

EXPOSING IN THE RAIN
cultura / 17 Ottobre 2016

Il Centro Otello Cirri è allagato. Ieri, sabato 15 Ottobre, siamo passati dal Centro e lo abbiamo trovato un po’ a soqquadro per il semplice fatto che le sale espositive erano allagate a causa di  infiltrazioni di acqua dal soffitto. Riteniamo che un luogo deputato, almeno ancora per un certo periodo di tempo, all’esposizione di opere d’arte quali quadri, fotografie, installazioni, ecc. debba essere almeno protetto dall’acqua sia per rispetto a chi espone, sia per evitare danni a quanto esposto. Purtroppo il problema non si ferma solo al soffitto ma anche alle tubazioni  non proprio, tanto per usare un eufemismo, in perfetto stato. Ci permettiamo consigliare all’Amministrazione di effettuare un intervento urgente al soffitto se di proprietà o di richiederlo al legittimo proprietario, visto che non sarebbe la prima volta che succede, per evitare che la cosa peggiori ulteriormente e, ovviamente, evitare danni alle opere esposte.   MoVimento 5 Stelle Pontedera  

Share

Q….come cultura
cultura , Senza categoria / 9 Aprile 2015

Apprendiamo dai media che il Museo Piaggio è rimasto chiuso nei giorni di Pasqua e di Pasquetta. Il comune nella persona del vice sindaco Angela Pirri si giustifica dicendo che il problema  riguarda direttamente la Fondazione Piaggio,  che gestisce l’organizzazione del museo. Vorremmo  dire al vice sindaco che questo problema riguarda invece anche il Comune di Pontedera che è socio al della Fondazione e che ogni anno versa alla stessa  51.646,00 per le spese di funzionamento e quando si parla di soldi pubblici, cioè di soldi dei cittadini, non si può dire che la cosa non ci riguarda. Pontedera è conosciuta nel mondo come la città della Vespa e non si riesce ad avere una segnaletica  decente che lo segnali agli automobilisti che percorrono la FI-PI-LI e dove  è possibile visitare un museo che ripercorre la storia del simbolo della nostra città che tutto il mondo ci invidia?   A nostro avviso si potrebbe risolvere il problema della mancanza di personale, facendo pagare un biglietto alle persone che desiderano visitare il museo, si potrebbe fare uno sconto ai residenti e far pagare agli altri utenti il biglietto intero.   Leggendo le varie recensioni, abbiamo avuto modo di constatare che molte…

Share

La biblioteca nata vecchia
cultura , Urbanistica e sviluppo / 19 Novembre 2014

La biblioteca comunale di Pontedera è indefinibile. Non sappiamo se si tratta di una Sagrada Familia dei poveri o un vecchio rudere da demolire perché diventato obsoleto. Mentre nel cantiere i lavori continuano , molti sono i difetti che emergono e che aspettano valide maestranze pronte a prendersi cura di loro. Non è una biblioteca per tutti, almeno per i diversamente abili che si vedono preclusi l’accesso al primo piano. Seppur vero che vi sono ben tre scale, ed altre non visibili, è anche vero che vi sono due ascensori entrambi non funzionanti. E’ l’essenza della barriera architettonica per eccellenza questo campione “comunale”. I polmoni verdi, così definiti all’indomani dell’inaugurazione, sono due cortili resi inaccessibili dai sacchetti di sabbia messi a protezione delle porte perché quando piove, l’acqua vi si infiltra sotto entrando all’interno. L’acqua, quella del sindaco, non manca mai. Laddove non dovesse arrivare dai cortili, ossia dal basso, ci perviene dall’alto. Infatti il tetto si presta ad essere la seconda via di ingresso, essendovi delle falle che garantiscono a quel bellissimo elemento di lasciarsi cadere e di raccogliersi in piccole pozze come segno tangibile della sua presenza all’interno della struttura quando c’è maltempo. A volte non ci resta…

Share