Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!
RIVOLUZIONE VERDE? SIAMO SERI!!
Ambiente / 16 Marzo 2019

Sono mesi che alcuni cittadini ci segnalano e documentano il sistematico taglio di alberi che avviene anche in condizioni discutibili, in quanto sono stati abbattuti anche numerosi alberi sani, la cui messa in sicurezza si sarebbe potuta ottenere con una ordinaria potatura. Si millanta, spacciando per rivoluzione verde la sostituzione di alberi ad alto fusto, vecchi di decenni, con 70 piante o meglio ramoscelli di ulivo costati in totale 10.200 euro. Ben possiamo immaginare il refrigerio che i pontederesi potranno trarre all’ombra degli stecchi di ulivo, inadeguati perfino per la liturgia della Domenica delle Palme, tanto sono miseri. La gran parte degli alberi abbattuti era composta da alberi ad alto fusto:  altissimi abeti e pini dalle immense chiome; da quando e soprattutto dove si piantano ulivi nei parchi? I risultati di una sommaria ricognizione sono sconfortanti anche per un altro motivo: oltre al taglio di decine di alberi, abbiamo constatato gli effetti di una selvaggia capitozzatura, ai quali sono stati sottoposti anche quelli nei pressi della Madonnina della Montagnola. L’assessore Franconi ci informa che la ripiantumazione avverrà dopo l’estate; ci consola solamente il fatto che il 26 maggio è prossimo e a partire da questa data avremo modo di iniziare…

Share

FIAT LUX
Ambiente , denuncia / 15 Gennaio 2019

E luce fu, l’anno delle elezioni, da fine novembre fino…probabilmente a Pasqua. Fiat lux anche a mezzogiorno, ventiquattro ore su ventiquattro nelle principali vie del centro. Riflettiamo su come sia possibile questo spudorato sperpero di denaro pubblico e restiamo increduli; è inaccettabile che i soldi dei cittadini vengano impiegati non per migliorare i servizi e rispondere ai tanti bisogni ma per illuminare perfino in pieno giorno una città che presenta non solo nelle periferie, vaste e preoccupanti zone d’ombra. È l’ora di prendere coscienza che non si possono trattare i cittadini come sudditi, disponendo delle risorse pubbliche in modo così lesivo e irrispettoso.  Il comune di Pontedera è pesantemente indebitato e non poteva che essere così data la spregiudicata gestione, a partire dalle piccole cose; il fatto che i pontederesi abbiano sulla testa una spada di Damocle che ammonta a quasi settanta milioni di euro di debito, rende questo lassismo emorragico ancor più odioso.

Share

Rotatoria al Chiesino (ovvero…Ricapitolando II)
Ambiente , denuncia / 30 Novembre 2018

Ricapitolando…. Dopo ere geologiche finalmente viene aggiudicato l’appalto per la costruzione della rotatoria sulla Tosco Romagnola in località “Il Chiesino”, che permetterà un notevole snellimento del traffico veicolare notoriamente difficoltoso principalmente in determinati orari. Tutto pronto…pompa magna…articoli sulla stampa…conferenze stampa…ma niente, i lavori non partono. L’amministrazione revoca l’appalto alla Ditta aggiudicataria per grave inadempienza. Bene…ottimo (fine fase 1) Nuovo bando e nuovo appalto. I lavori sembrano procedere spediti. Vengono tagliati gli alberi sulla carreggiata, viene sistemato il fosso adiacente la strada e…intoppo; i lavori si fermano nuovamente. Ci siamo permessi, come gruppo consiliare Movimento 5 Stelle, di presentare una interrogazione e una mozione al riguardo durante il Consiglio Comunale. L’interrogazione chiedeva spiegazioni sul perché fossero stati interrotti i lavori (fatto dovuto all’attuazione del progetto del Comune di Calcinaia per lo smaltimento acque piovane), visto che i due Comuni fanno parte dell’Unione Valdera e sul perché non si fossero parlati prima di iniziare i lavori; la risposta del Sindaco è stata quella di aver tenuto conto di un progetto, non ancora finanziato, presentato dal Comune di Calcinaia che prevede la messa in sicurezza del deflusso acque meteoriche che ricadono sulle zone  di Fornacette e del quartiere Oltrarno. Questo progetto avrebbe potuto…

Share

ASCOLTIAMO I CITTADINI!
Ambiente / 2 Settembre 2018

Apprendiamo che il Sindaco ha disposto un nuovo orario di apertura per conferire i rifiuti alla stazione ecologica,a suo dire per una migliore fruizione da parte dei cittadini. Nei mesi scorsi siamo stati contattati da molti cittadini che si lamentavano per l’orario ridotto del centro di raccolta e per le lunghe file che si creavano all’ingresso soprattutto il sabato che è il giorno di maggiore afflusso poiché le persone sono libere dal lavoro e possono dedicarsi a tale attività. Avevamo pensato ad una petizione come previsto dallo Statuto Comunale  e abbiamo raccolto tantissime adesioni oltre allo sfogo e malcontento di tanti cittadini. Avevamo pensato di continuare con la raccolta firme con la ripresa  dei nostri banchetti settimanali che cominceremo a breve, invitando i cittadini a firmare, la loro richiesta è di prolungare l’orario pomeridiano per consentire a chi lavora di potersi recare presso il centro dopo l’orario di lavoro ed evitare  la grande affluenza del sabato. Notiamo invece che i nuovi orari del centro non vengono assolutamente incontro alle esigenze dei cittadini, aumentando si  l’orario di 5 ore e mezzo, ma concentrandole al mattino eliminando l’unica apertura pomeridiana (quella del mercoledì) oltre al sabato,  per consentire l’apertura  del martedì mattina….

TOUR ECO IMPRESA
Ambiente / 24 Luglio 2018

Tappa a Pontedera ieri del tour Eco impresa organizzato dal Movimento 5 Stelle in collaborazione con Ecofuturo Festival, in visita presso l’azienda Dielectrik s.r.l., che sin dal 2008 sviluppa e produce soluzioni Hardware, Firmware e Software principalmente per i settori Ricarica di Veicoli elettrici, Automazione, Automotive ed Elettronica in genere. Il diffondersi delle “auto elettriche” (elettriche “pure” e sopratutto “ibride”) ha portato l’Azienda a sviluppare un’articolata famiglia di prodotti che include stazioni di ricarica per ambienti pubblici e privati, il cui nome è E-CORNER. “Ho pensato a questa iniziativa per conoscere meglio le realtà toscane che già oggi svolgono un ruolo da protagoniste nel settore della green economy – spiega Giacomo Giannarelli, Presidente del Gruppo regionale del Movimento 5 Stelle – I nostri incontri servono tra l’altro ad approfondire gli ambiti di attività delle imprese che visitiamo, a capire le prospettive di sviluppo del settore e ad acquisire la necessità di eventuali misure a sostegno dell’occupazione e delle imprese. Si tratta di un’importante occasione di approfondimento per lo sviluppo dell’industria innovativa e rispettosa dell’ambiente.” Marco Bartalucci, uno dei soci dell’azienda che vanta nove dipendenti, ha ribadito che se si vuole un futuro a mobilità elettrica è importante, oltre ai veicoli,…

Share

CARO ASSESSORE….

Vorremmo rispondere alla veloce replica dell’assessore Matteo Franconi, a proposito ci piacerebbe la stessa velocità per la consegna degli atti richiesti, per far notare che non viviamo su Marte e siamo consapevoli che quei soldi potevano essere spesi solo per quel progetto e non per altro. E’ Il sistema della gestione delle grandi opere pubbliche che ci lascia perplessi perché toglie risorse alle piccole manutenzioni che sarebbero più utili nella quotidianità dei cittadini. Ma girando appunto per la zona industriale e vedendo tratti della pista ciclabile già deteriorati, (alleghiamo foto) prima di essere inaugurati non possiamo fare a meno di avvicinare tali lavori a quelli della strada di patto. A nostro avviso anche qui sono mancati i controlli non si può spiegare diversamente lo stato della pista ciclabile. Noi 5 stelle saremo forse ingenui o demagoghi ma vorremmo evitare altri successi dell’amministrazione come strada di patto e biblioteca. E viene anche da chiedersi che, se il cantiere dovesse andare avanti ancora per molti mesi, non si può nel frattempo provvedere con il taglio dell’erba? Ci auguriamo, comunque che i lavori procedano speditamente e senza ulteriori rallentamenti e siamo sicuri che il taglio del nastro avverrà sicuramente al momento delle prossime…

Share

Passeggiando per la zona industriale di Gello
Ambiente / 8 Ottobre 2017

Il MoVimento 5 Stelle di Pontedera, per il giorno 7 ottobre  aveva organizzato una giornata per pulire una zona di Pontedera, l’invito era esteso a tutti. Ha partecipato  anche il meet up di San Giuliano Terme.  In poco tempo e in una zona molto limitata abbiamo raccolto molto materiale, soprattutto bottiglie di plastica e di vetro,  gettate sicuramente dalle auto di passaggio, ma anche molti pacchetti di sigarette, cicche e molto altro. Dopo la raccolta ci siamo recati all’isola ecologica per consegnare i sacchi raccolti. Facendo un giro per la zona industriale di Gello, oltre alla grande quantità di rifiuti abbandonati dovuti sicuramente all’inciviltà, abbiamo visto che nonostante il tanto proclamato progetto APEA ovvero Area produttiva ecologicamente attrezzata, la zona industriale versa in condizioni pietose. Tale progetto è costato  2.300.000,00 euro di soldi pubblici cioè nostri. Un milione a carico della Regione Toscana  e la differenza a carico del Comune. Nel progetto la zona industriale doveva diventare un giardino con alberi, pista ciclabile, pannelli fotovoltaici, parcheggi (quelli ci sono) asfalti nuovi e illuminazione a Led. Nella strada che abbiamo percorso, abbiamo visto soltanto tante erbacce che coprivano anche la pista ciclabile, crediamo che nessun ciclista vi si possa avventurare, e…

Share

CENCIATA PONTADERESE
Ambiente / 6 Ottobre 2017

Per rispondere all’inciviltà, al degrado ambientale e al menefreghismo verso l’ambiente il M5s di Pontedera ha deciso di fare un piccolo gesto ma di grande valore simbolico e invita tutta la cittadinanza a unirsi per ripulire una zona della nostra città. L’appuntamento è per sabato 7 ottobre alle 10 in viale America … Vi aspettiamo numerosi!! MoVimento 5 Stelle Pontedera  

Share

IL “NUOVO” PRESIDENTE GEOFOR
Ambiente / 11 Aprile 2017

  A succedere Paolo Marconcini alla presidenza di Geofor, è stato designato Daniele Fortini. Definito uomo di grande esperienza, professionalità e competenza, il suo curriculum salta all’occhio indubbiamente più per le nomine e gli incarichi politici  rispetto alle capacità imprenditoriali, gestoniali e manageriali. Vanta infatti una carriera politica che lo vede da decenni quasi obiquo: fedelissimo, è stato dirigente prima del PCI, mantenendo la dirigenza del PDS e poi dei DS a Grosseto e Firenze, consigliere comunale e sindaco per due anni a Orbetello e ancora, consigliere comunale a Signa; a seguire, una brillante carriera in società pubbliche nelle quali sicuramente si è contraddistinto eccome! Se non si è trattato di una nomina politica, siamo curiosi di apprendere i meriti sul campo che hanno fatto pendere l’ago della bilancia sul nostro. Escludiamo che possano essere i trascorsi in AMA Roma, come pure il lavoro svolto presso ASIA Napoli. Esperienze meravigliose che ci hanno regalato immagini indelebili di montagne di rifiuti che arrivavano ai primi piani delle case, esponendo Napoli e l’Italia all’incredulità e allo sdegno del mondo intero. Questi i commenti usciti sulla stampa all’epoca: Ottime capacità a non far partire la raccolta differenziata e a  disorganizzare quel poco che…

Share

Le voci dei cittadini contrari all’ampliamento della discarica di Legoli 2011 – 2015

Lunedì 10 aprile – ore 21:30 Cinema Agorà Via Valtriani 20 – Pontedera (PI) – ingresso libero Con l’ultimo ampliamento, la discarica di Legoli (Peccioli, PI) ha raggiunto l’invidiabile primato della più grande discarica regionale e si è assicurata la possibilità di estendere la propria “attività industriale” per i prossimi 25-30 anni. Uno dei fattori chiave che ne hanno decretato il “successo” è la scarsa densità abitativa del territorio in cui sorge, e dunque la relativa facilità della politica a contenere il dissenso locale che inevitabilmente incontrano impianti di questo tipo. Il secondo fattore è l’abilità con cui gli amministratori di Peccioli, che l’hanno gestita ininterrottamente per 30 anni, hanno saputo coltivare nel tempo un’immagine edulcorata della discarica, reinvestendo una parte considerevole degli utili in varie forme di  propaganda mediatica, a livello locale, regionale e nazionale. Il risultato è che oggi la discarica di Peccioli viene percepita dal grande pubblico come un esempio positivo di coniugio tra I’attività di smaltimento rifiuti, il rispetto per l’ambiente e il ritorno economico per la comunità che la ospita. In realtà le cose sono un po‘ più complesse di come appaiono e questo documentario apre uno spaccato inedito su un punto di vista alternativo…

Share