Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!

L’OSPEDALE LOTTI DI PONTEDERA SI REGGE SUL SACRIFICIO DEGLI OPERATORI

24 luglio 2017

OSPEDALE LOTTI PONTEDERA. 2,1 POSTI LETTO OGNI MILLE ABITANTI: LA STRUTTURA SI REGGE SU SACRIFICIO OPERATORI ++(di Andrea Quartini: https://goo.gl/UBNiA8)Avevamo chiesto conto alla giunta PD-Rossi delle criticità in cui versava l’Ospedale Lotti di Pontedera: su tutte la carenza di personale e posti letto. La risposta dell’assessora alla sanità è una conferma impenitente su tutta la linea.Il Pronto Soccorso si regge su ‘7 infermieri e cinque OSS di giorno’, che scendono a ‘5 infermieri e tre OSS’ di notte, cui si aggiungono ‘due figure’ per Osservazione breve e codici di bassa priorità.Su un bacino da 120mila abitanti parliamo di numeri inadeguati. Una inadeguatezza che diventa ancora meno tollerabile sui posti letto: 2,1 ogni 1000 abitanti. Una dotazione giudicata ‘negli standard di riferimento‘ dalla Direttrice Generale ASL Toscana Nord Ovest, con validazione dell’assessora Saccardi, che non ha alcun riscontro normativo. La legge in materia parla infatti di 3,7 posti letto per mille abitanti come tetto, non ci risulta alcun riferimento “standard” per i posti letto dei presidi ospedalieri di base come Pontedera.Link di approfondimento: http://www.movimento5stelletoscana.it/ospedale-lotti-pontedera-21-posti-letto-mille-abitanti-saccardi-vanno-bene-conferma-nostra-denuncia-pubblica-ospedale-si-regge-sacrificio-operatori/

Posted by Movimento 5 Stelle Toscana on Monday, July 24, 2017

Avevamo chiesto conto alla giunta PD-Rossi delle criticità in cui versava l’Ospedale Lotti di Pontedera: su tutte la carenza di personale e posti letto. La risposta dell’assessora alla sanità è una conferma impenitente su tutta la linea.

Il Pronto Soccorso si regge su ‘7 infermieri e cinque OSS di giorno’, che scendono a ‘5 infermieri e tre OSS’ di notte, cui si aggiungono ‘due figure’ per Osservazione breve e codici di bassa priorità.

Su un bacino da 120mila abitanti parliamo di numeri inadeguati. Una inadeguatezza che diventa ancora meno tollerabile sui posti letto: 2,1 ogni 1000 abitanti. Una dotazione giudicata ‘negli standard di riferimento‘ dalla Direttrice Generale ASL Toscana Nord Ovest, con validazione dell’assessora Saccardi, che non ha alcun riscontro normativo. La legge in materia parla infatti di 3,7 posti letto per mille abitanti come tetto, non ci risulta alcun riferimento “standard” per i posti letto dei presidi ospedalieri di base come Pontedera.

Infine lascia basiti leggere che nella sanità a guida PD-Rossi l’influenza invernale sia diventata un’emergenza non prevedibile.

Cogliamo quindi l’occasione di segnalarlo per tempo a Saccardi e ai Dirigenti sanitari scelti dalla giunta: tra quattro mesi inizia il periodo critico annuale delle influenze, vi organizzate per tempo?

ANDREA QUARTINI

Share

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *