Pontedera 5 Stelle, Cittadini con l'elmetto!

3 – Democrazia diretta e partecipazione attiva

20 aprile 2014

dem+partDa sempre il cittadino viene preso in considerazione solo ed esclusivamente al momento delle elezioni poi, come da prassi, il niente. Ogni decisione più o meno importante viene “calata dall’alto” senza che qualcuno abbia la possibilità di opporsi o anche dichiararsi a favore: si fa e basta!!!
Quante volte abbiamo sentito queste parole e sono state percepite da tutti come un abuso, una forzatura, una ingiustizia.
Il MoVimento 5 Stelle Pontedera propone qualcosa non di eversivo o rivoluzionario ma di “buon senso”.

3.1 – introduzione degli strumenti di democrazia partecipata quali:
1) Consultazioni senza quorum per attuazione o meno di progetti di alta rilevanza ambientale, sociale o economica nel Comune (se voti dici la tua, se non voti accetti il voto degli altri)
2) Progetti condivisi. Sottoporre i progetti alla valutazione della cittadinanza e decidere il finanziamento degli stessi mediante assemblee di lavoro pubbliche.

3.2 – Gestione dei disservizi:
1) Ampliamento e miglioramento sul sito del Comune della possibilità di avvisare per disservizi, vandalismi, dissesto stradale, ecc. in tempo reale per ancora più puntuale intervento nella risoluzione del problema
2) Sedute Consiliari. Il cittadino deve avere la possibilità di dire la propria opinione anche in confronti pubblici convocati subito prima della Seduta Ufficiale.
3) Apertura di pagina web, oltre a quella esistente del Sindaco, ad ogni consigliere e assessore nel quale verranno pubblicati l’operato e i progetti i quali potranno essere commentati e ampliati dai commenti diretti dei cittadini.

3.3 – Bilancio partecipato
Il MoVimento 5 Stelle Pontedera propone questo, acclarato, valido modo rimettere il cittadino al centro della vita civile del Comune.
Basta con bilanci totalmente incomprensibili e destinati ai soliti addetti ai lavori.
Il bilancio è una componente fondamentale del Comune; sono i nostri soldi.
Ogni cittadino , singolarmente o in forma associativa deve avere la possibilità di intervento nella suddivisione delle spese ed erogazione dei servizi.

3.4 – Quartieri
Le Consulte di quartiere hanno il compito, come da Statuto, di avanzare proposte per l’impostazione dei programmi annuali e pluriennali dell’ Amministrazione. Convocazione periodica del consiglio di quartiere, per ascolto e proposte di risoluzione dei problemi sorti, ovviamente aperto a tutti i cittadini,categorie e associazioni presenti.
Le riunioni delle consulte devono essere adeguatamente pubblicizzate sulla stampa e sugli strumenti informatici, e convocate con un anticipo di almeno una settimana per permettere ai cittadini una piu’ ampia partecipazione.
Le riunioni delle consulte devono essere registrate e il video integrale deve essere a disposizione su un canale apposito.
Allo stesso modo i verbali delle assemblee delle consulte devono essere pubblicati on line.
Rotazione annuale delle cariche all’ interno delle consulte, per scoraggiare fenomeni di lobbying e agevolare una maggiore partecipazione.
Questa parte del programma non necessita di ulteriori risorse economiche rispetto a quelle gia’ disponibili

Share

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *