La buona “Sola”

Scuola

E’ innegabile che il periodo scelto dall’amministrazione per effettuare i lavori di pavimentazione esterna della scuola dell’infanzia e primaria de il Romito sia completamente sbagliato,creando così inevitabilmente un disagio per residenti, genitori, alunni e personale scolastico che si trovano a gestire una vera e propria emergenza non solo dovuta ad un fattore di sicurezza legato alla normativa antincendio che prevede almeno due uscite verso luoghi sicuri ma anche a causa del rumore che disturba il regolare svolgimento delle lezioni e l’impossibilità di usufruire dello spazio esterno con più di 200 bambini .

Quello che però ci turba è il fatto che tra le richieste di manutenzione e ammodernamento del plesso scolastico ,la pavimentazione dell’ingresso era l’ultimo dei problemi della scuola se si pensa che era stato richiesto il rifacimento dei bagni,della pavimentazione di alcune classi , la rimessa a norma delle porte delle aule , la sostituzione della recinzione del giardino con lo smantellamento dello stagno, tutti lavori che non sono ancora stati effettuati.

Ci chiediamo se sia questa la buona scuola tanto decantata dal Partito democratico, con una spesa generale scesa del 16,2% , con genitori che si ritrovano a comprare carta igenica, scottex , bicchieri, risme di carta, a versare ogni anno il cosiddetto contributo volontario per garantire il materiale didattico ai propri figli oltre ad impegnare periodicamente soldi e tempo per effettuare lavori di cui si dovrebbe occupare l’amministrazione e non i genitori.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

MAGGIORANZA……NON PERVENUTA

Sciopero-150x150  

Ancora un giorno di lotta al presidio ISCOT.

C’è stato un fatto in più…una cosa alla quale non siamo abituati almeno a Pontedera: la presenza delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa.

Non siamo qui a schierarsi con l’una o l’altra parte, anche se non esiste una o altra parte visto che trattasi di lavoratori; ci schieriamo, senza se e senza ma, contro un sistema di lavoro totalmente precarizzante, umiliante, disumanizzante , disgregante socialmente.

La presenza delle forze dell’ordine da il senso del distacco tra chi dovrebbe proporre soluzioni e chi, purtroppo, subisce continue angherie e di soluzioni ne avrebbe estremo bisogno.

Secondo quanto ci è stato detto da chi il presidio lo sta vivendo quotidianamente, se non fosse stato indetta un’ora di sciopero da parte di altre aziende (SOLE, Coop new job) sarebbero stati caricati e sloggiati senza tanti complimenti.

Ma che sistema è questo?

Finalmente c’è stato uno spiraglio di contrattazione tra ISCOT (tramite SOLE), Prefetto e lavoratori; il blocco delle merci  viene momentaneamente sospeso in attesa dell’incontro tra le parti.

Speriamo bene.

Non ci possiamo esimere, però, dal segnalare l’assordante silenzio della maggioranza comunale; prontissima a feste, manifestazioni, inaugurazioni, ricevimenti di presidenti del consiglio ma totalmente latitante in una situazione come questa.

E’ più di una settimana che gli organi di stampa parlano di questa lotta…mai una parola di sostegno, mai una visita al presidio, non un rappresentante del governo di Pontedera (nonostante avvertiti telefonicamente) che si sia fatto vedere in questa difficile giornata.

Niente di niente.

Siamo con voi.

P.S.= Ma il tavolo con i sindacati per la questione Piaggio per il quale tutte le forze politiche erano concordi che fine ha fatto? 

P.S.2= Ore 22,20 CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO PER TUTTI E 7!!!!

 

MoVimento 5 Stelle Pontedera

Noi marciamo da soli

M5S

Come ogni anno , anche oggi si svolgerà la consueta marcia della legalità promossa dal Comune di Pontedera.

Il Movimento 5 stelle ha espresso voto favorevole in consiglio comunale: un voto unanime e scontato quello delle opposizioni; sicuramente non si può essere a favore delle mafie e contro la legalità e ancora meno siamo contrari all’ugaglianza sociale ma come annunciato durante la seduta consiliare del 07/05/2016 il Movimento 5 stelle di Pontedera anche quest’anno non parteciperà alla marcia poiché troviamo fortemente incoerente marciare accanto a chi nella propria classe dirigente ha dei condannati per reati gravi, accanto a chi ha ridotto le pene attraverso il 416 ter a chi fa scambi elettorali politico mafiosi, accanto a chi predica l’accoglienza ma attraverso le cooperative lucra sugli immigrati, accanto a chi non ha come capo saldo quello di avere un parlamento costituito da persone se non incensurate quanto meno non condannate in via definitiva. Servirebbe coerenza per essere credibili e ai proclami, agli slogan e alle passeggiate spot dovrebbero corrispondere concrete azioni .

MoVimento 5 Stelle Pontedera

IN PIAZZA!!!!

Banchino

 

Vi aspettiamo domani 17 settembre in Piazza Curtatone (al centro del Corso Matteotti) dalle ore 16,30 alle ore 20,00 per parlare della (Schi)forma Costituzionale e raccogliere le firme per fermare la privatizzazione della sanità in Toscana.

 

SCHIAVI MAI!!!

download

 

Per quale motivo una persona deve svendere il proprio lavoro a € 5,80 l’ora?

Per quale motivo una persona deve vivere sotto ricatto del mancato rinnovo del contratto ogni mese (se va bene)?

Per quale motivo una persona, secondo il contratto firmato, deve lavorare 8 ore la settimana e invece ne lavora 12 al giorno? (Pagato? In che modo?)

Per quale motivo una persona, che da contratto non dovrebbe, deve lavorare 6 giorni su 7 (domeniche comprese) ed essere reperibile ogni giorno 24h/24h?

Per quale motivo una persona deve sottostare a condizioni di lavoro tornate indietro di 200 anni?

Per quale motivo una persona deve sottostare alla mancanza delle basilari norme di sicurezza?

Per quale motivo una persona ha sempre meno diritti e sempre più prevaricazioni e ricatti in nome del “mercato lo vuole”?

Per quale motivo una persona non ha più il diritto di avere una vita?

Per quale motivo una persona non ha più il diritto di pensare al proprio futuro, ad una casa, una famiglia?

Per quale motivo una persona lavora per 8 mesi….e gli altri 4?

Per quale motivo una persona deve vivere di voucher che non danno alcun diritto alla pensione?

Per quale motivo una persona deve accettare forme di caporalato?

Per quale motivo una persona deve rinunciare alle cure mediche?

Per quale motivo una persona non arriva a fine mese?

In questo momento i lavoratori della ISCOT srl che stanno subendo parecchi dei soprusi sopra elencati sono in sciopero ad oltranza non per chiedere cose esose o esorbitanti…sono a chiedere i loro sacrosanti diritti per vivere una esistenza semplicemente decente: un’assunzione a tempo indeterminato (per quanto con il “trattato per il lavoro” possa essere sensato) e il ripristino delle basilari forme di sicurezza sul lavoro.

Siamo con loro.

MoVimento 5 Stelle Pontedera

 

 

 

A proposito di Ufficio Turistico di Pontedera

cartello-I-203x300

            Apprendiamo con piacere l’interessamento degli organi di stampa su una questione che avevamo già sollevato con un’interrogazione nel Consiglio Comunale del 29/09/2015 nella quale, in sintesi, si richiedeva l’installazione di cartelli indicanti l’esatta ubicazione dell’Ufficio Turistico  all’uscita della stazione ferroviaria lato Piazza Unità d’Italia (visto che quelli esistenti sono presenti solo all’uscita posteriore e sul Viale Piaggio), e l’estensione dell’orario e dei giorni di apertura almeno nel periodo estivo.

A suo tempo la risposta del Sindaco fu che effettivamente c’erano stati dei ritardi nell’installazione dei cartelli dovuti a molteplici fattori, quali problemi di bilancio e mole di lavoro degli uffici; pensiamo, però, che il non essere riusciti a distanza di un anno a trovare risorse per due o tre cartelli segnalatori, ci possa offrire un interessante spunto di riflessione sulla situazione finanziaria dell’Ente.

Peraltro avevamo apprezzato l’intenzione del Sindaco di proporre una commissione sviluppo economico ad hoc per valutare se e come ampliare l’orario di apertura dell’ufficio turistico e i risultati di quanto operato sino ad ora….peccato che di questa commissione non ne abbiamo avuto finora notizie.

Riteniamo infine che, anche in vista dei prossimi eventi a Pontedera, una maggiore attenzione alla risorsa “Turismo” sia da prendere in una più seria considerazione data la grande quantità di risorse economiche che muove; aspettiamo quindi fiduciosi l’adeguamento della cartellonistica e la convocazione della commissione proposta.

 

Movimento 5 Stelle Pontedera

 

Si Riparte!!!

Banchino

Vi aspettiamo domani 10/09/2016 dalle ore 16,30 alle ore 20,00 in Piazza Cavour (di fronte al palazzo Comunale) al nostro banchino per parlare del prossimo (forse) referendum sulla riforma costituzionale e raccogliere le firme per fermare la privatizzazione della Sanità in Toscana.

Ci vediamo in piazza.

PER LESA MAESTA’

Dimissioni

In questi giorni abbiamo assistito ad un teatrino assurdo di come il potere pubblico possa prevaricare diritti costituzionalmente garantiti e come il rispetto di tali diritti sia messo in pericolo ogni giorno da chi da decenni gestisce il potere pubblico, specie a Pontedera.

Nel caso di Marconcini è giusto parlare di potere e non di amministrare, perché solo chi si sente intoccabile dall’alto del suo piedistallo impone le sue scelte ai sudditi che supinamente abbassano la testa senza fiatare.

Marconcini forse non sa che l’articolo 21 della Costituzione italiana dice che: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero”; quella stessa Costituzione che molti tentano di violentare con così spudorata superficialità e quindi non c’è da stupirsi che il presidente di una società a totale capitale pubblico si possa permettere gesti di una gravità inaudita nei confronti di chi gli paga profumatamente lo stipendio con le tasse (TARI) cioè i cittadini, siano essi imprenditori o no.

I ristoratori hanno tutto il diritto di esprimere una loro opinione, che sia bella o brutta e che tra l’altro non è solo loro. Anche ARPAT, non più tardi di ieri, 6 settembre 2016, ha dichiarato in un comunicato stampa che a Gello c’è puzzo!

E’ di dominio pubblico che le maleodoranze ci sono, non è un segreto, ma Marconcini si nasconde dietro un gesto di intolleranza che rischiava di penalizzare chi il proprio lavoro lo svolge nel rispetto delle regole con dedizione, professionalità e accoglienza. Non siamo noi a dire che Geofor applica procedure non sufficienti a coprire gli odori e che nell’area della discarica ci sono zone in cui i rifiuti sono totalmente all’aperto.

Se un’azienda pubblica ha 4 milioni di utili, vuol dire che il merito è anche di chi i disagi della discarica li subisce perché paga i servizi di uno smaltimento che ha alcune falle, mentre non pensiamo che nessuno dei dipendenti di Geofor si sia mai lamentato del servizio dei ristoratori di Gello.

Non è un rapporto fra aziende paritetico quello che c’è tra Geofor e le aziende di ristorazione, ma un rapporto di sudditanza in cui chi alza la voce viene subito messo a tacere con ritorsioni a fare da monito per chi volesse fare lo stesso in futuro.

I dipendenti della Geofor non sono mai stati buttati fuori o avvelenati dai ristoratori di Gello e mai si sono sentiti trattati a pesci in faccia per il proprio lavoro svolto. Perché fortunatamente il lavoro, per la gente normale, non per chi da anni viene stipendiato profumatamente dai cittadini, ha sempre la stessa dignità e quindi chi esegue i lavori all’interno o fuori dalla discarica per Geofor è sempre una persona degna di rispetto, perché in fondo esegue delle operazioni avallate da chi queste disposizioni le ha studiate e approvate e che se non funzionano dovrebbe avere il coraggio di ammetterlo e di cambiarle non con la promessa di un nuovo impianto a biogas, ma con la consapevolezza di chi vuole il bene della comunità in cui vive.

Per il danno all’ambiente, alla salute pubblica e al paesaggio ne rispondono gli amministratori non i dipendenti, semplici esecutori di direttive. Ma questo è un altro discorso.

La vicenda se non altro ha consentito di rendere pubblico il parere di ARPAT che afferma che i problemi sono molteplici e solo in minima parte saranno attenuati dal futuro impianto di compostaggio.

Per concludere, vista la gravità dei fatti accaduti, visto che è dovuto intervenire il sindaco Millozzi, visto che normali cittadini hanno dovuto scrivere una lettera a Marconcini per giungere ad una mediazione, visto che a Gello il puzzo c’è, riteniamo che sia doveroso, urgente e necessario che il presidente di Geofor si dimetta immediatamente dal suo incarico per violazione del diritto costituzionalmente e universalmente riconosciuto a tutti i cittadini della libertà di pensiero e opinione.

Movimento 5 Stelle Pontedera

UNA PULITINA OGNI TANTO?

fossifosso

 

Ecco come si presentono alcuni fossi nella Zona Industriale di Gello, viene lecito domandarsi: una pulitina prima che trabocchi tutto alle prime piogge un po più serie sarebbe il caso di darla.

MoVimento 5 Stelle Pontedera

 

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE

sponsor1

Vorremmo ricordare a coloro che fossero interessati, che grazie ad una nostra mozione approvata nel consiglio comunale del 27/10/15 e dopo un’interrogazione, finalmente con determina n. 134 del 05/07/16, come già comunicato a suo tempo a mezzo stampa, è stata approvato l’avviso pubblico per la manifestazione preliminare di interesse ai fini della sponsorizzazione per la fornitura di beni e servizi su edifici ed aree di proprietà pubblica.

Di seguito pubblichiamo il bando con i relativi moduli per la partecipazione.

Ricordiamo che il bando scade il 03/10/16 per cui chi fosse interessato è pregato di prenderne subito visione.

http://www.comune.pontedera.pi.it/bandi/avviso-sponsorizzazione-aree-pubbliche

 

WordPress theme: Kippis 1.15